Ferrari: le strategie operative sul doppio massimo di breve periodo

Le quotazioni di Ferrari hanno rallentato la loro ascesa, formando un doppio massimo che potrebbe far iniziare un movimento correttivo sul titolo

Ferrari: le strategie operative sul doppio massimo di breve periodo

Le azioni Ferrari non stanno riuscendo a mantenersi al di sopra del supporto dinamico ottenuto collegando i minimi del 2 a quelli del 29 gennaio 2019.


Ferrari, grafico giornaliero. Fonte: Bloomberg

A testimoniare una possibile fase di debolezza sono principalmente due elementi: il primo è la divergenza di inversione ribassista sull’RSI settato a 14 periodi, mentre il secondo è la figura di doppio massimo in area 116,41 euro. L’obiettivo di questo modello è identificabile in area 108,40 euro. Questo intorno permetterebbe ai corsi di effettuare il test della media mobile semplice a 200 giorni.

Questi due fattori potrebbero dare modo ai compratori di prendere profitto dopo la forte ondata di acquisti del 2019. Sebbene le quotazioni siano inserite in un uptrend, i prezzi avrebbero infatti bisogno di un ritracciamento per permettere a nuovi operatori di partecipare al movimento direzionale.

Strategie operative su Ferrari

Si potrebbero quindi valutare strategie di matrice short che puntino a intercettare un eventuale impulso correttivo. Il punto di entrata sarebbe identificabile sulla conferma del double top a 112,55 euro, lo stop loss a 117,30 euro e l’obiettivo principale a 108,42 euro.

Per sfruttare le potenzialità di un ritracciamento, è indubbiamente interessante il certificato Turbo Short di BNP Paribas con ISIN NL0013312499 e leva 4,9.
L’operazione in essere verrebbe invalidata se i prezzi dovessero spingersi al livello di stop loss prima di toccare il punto di entrata.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Turbo Certificate Idea

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.