Intesa Sanpaolo: nuovi rialzi utili a chiudere il gap down

I corsi di Intesa Sanpaolo sono tornati al test della media mobile semplice a 200 giorni, dimostrando una certa forza. Vediamo come operare con i Turbo Certificates di BNP Paribas

Intesa Sanpaolo: nuovi rialzi utili a chiudere il gap down

Le ultime ottave sono state positive per le azioni Intesa Sanpaolo, che sono riuscite a riprendersi dai ribassi ce si sono verificati da metà luglio.


Intesa Sanpaolo, grafico giornaliero. Fonte: Bloomberg

Lo scorso 13 agosto, i compratori sono riusciti a rialzare la testa grazie a una candela di forza eseguita sulla linea di tendenza che collega i top del 30 maggio a quelli del 18 giugno 2019. I corsi hanno quindi accelerato l’impulso, fino a portarsi al test della media mobile semplice a 200 giorni.

In passato, le quotazioni sono spesso state respinte da questo algoritmo, le cui rotture hanno determinato decisi estensioni dei prezzi. In caso di breakout di questo livello di concentrazione di domanda, è ragionevole attendersi un ulteriore ripresa di vigore del titolo, che avrebbe la possibilità di spingersi dapprima verso i 2,0745 euro, per poi passare a 2,17 euro.

Su queste due aree transitano infatti due resistenze: la prima, di natura statica, lasciata in eredità dai massimi del 12 luglio, la seconda è invece dinamica, ed è disegnata con i top del 21 maggio 2018 a quelli del 17 aprile 2019.

In tal senso, ad attirare i corsi potrebbe essere il gap down del 20 maggio 2019, il quale non è ancora stato chiuso completamente. Inoltre, l’RSI settato a 14 periodi non è ancora entrato in ipercomprato: la fase di neutralità dell’oscillatore fornisce maggiori probabilità di assistere ad una prosecuzione degli acquisti.

Strategie operative su Intesa Sanpaolo

Traducendo quanto evidenziato nell’analisi tecnica in operatività, si potrebbero valutare strategie di matrice long da 2,0325 euro. Lo stop loss andrebbe posto al di sotto di 1,958 euro e l’obiettivo principale a 2,11 euro. Il target più ambizioso sarebbe invece localizzato a 2,16 euro. Per questo tipo di metodologia operativa, si presta particolarmente bene il certificato Turbo Long di BNP Paribas con ISIN NL0013488588 e leva 3,4.

AVVERTENZA

La presente pubblicazione è stata preparata da Forex Media S.r.l. (l’Editore), con sede legale in Via di Vigna Fabbri, 5, 00179, Roma, in completa autonomia e riflette quindi esclusivamente le opinioni e le valutazioni dell’Editore. Le informazioni e le opinioni contenute nella presente pubblicazione sono state ottenute o estrapolate da fonti ritenute affidabili dall’Editore; tuttavia, l’Editore non rilascia alcuna dichiarazione o garanzia in merito alla loro accuratezza, adeguatezza o completezza. BNP Paribas e le società del gruppo BNP Paribas e le società del gruppo BNP Paribas non si assumono alcuna responsabilità per il relativo contenuto. Gli scenari, le presunzioni di calcolo, i dati e le performance passate, i prezzi stimati, gli esempi dei potenziali ricavi o le valutazioni hanno valore meramente illustrativo/informativo, senza alcuna garanzia che tali scenari o ricavi potenziali possano verificarsi o essere conseguiti. In ogni caso, l’Editore non è responsabile per qualsiasi perdita o danno, diretto o indiretto, che possa derivare dall’utilizzo dei contenuti della presente pubblicazione.

Per informazioni su Forex Media S.r.l., in qualità di produttore delle raccomandazioni, sulla presentazione delle raccomandazioni e sulle posizioni e conflitti di interesse del produttore, si prega di cliccare su questo link.

Iscriviti alla newsletter

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.