[(on|oui)

Le squadre di calcio più ricche del mondo

Quali sono le squadre di calcio più ricche del mondo? L’ultima classifica “Deloitte Money Football 2020”, ci dice quali sono le squadre di calcio che vantano le migliori prestazioni finanziarie e non mancano anche diversi team italiani.

I 20 club calcistici con ricavi più elevati al mondo hanno generato in aggregato un fatturato record di 10,6 miliardi di dollari nel 2018/19, secondo quanto emerge dalla 23a edizione dello studio redatto da Deloitte Sports Business Group.

Il calcio è appena ripartito dopo una pausa di 3 mesi e mezzo a causa del lockdown e tra stop alla vendita dei biglietti e alle entrate pubblicitarie le perdite complessive per i club saranno ingenti.

Nella classifica in oggetto, per la prima volta, il Barcellona ha superato il Real Madrid strappandogli il primo posto, probabilmente grazie alla fortunata decisione di portare internamente le attività di merchandising e le licenze e ottenendo così un miglior controllo del suo brand riconosciuto a livello globale.

Proprio questa è la sfida che si presenta davanti ai club per ottenere una crescita differenziata dei ricavi futuri: dovranno concentrarsi sulla massimizzazione dei flussi di entrate su possono esercitare maggiore controllo, piuttosto che su altri come i diritti televisivi, che comunque dovrebbero in parte parare il colpo delle perdite post coronavirus.

La composizione dell’ultima Top 20 è rimasta relativamente stabile rispetto alla precedente, con solo due new entry: l’Olympique Lyonnais al 17° posto (in rialzo dal 28°) e il Napoli al 20° (in rialzo dal 21°). I partenopei, che si sono appena portati a casa la Coppa Italia, chiudono la classifica con poco più di 200 milioni di euro di ricavi.

Continuate a scorrere le schede per scoprire le altre posizioni in classifica e a che punto sono le 4 squadre italiane più facoltose.

]
[(|oui)

FC Barcellona - €840,8 milioni

Il Barcellona raggiunge la vetta della Money League per la prima volta, diventando anche il primo club a superare la soglia dei 900 mln di dollari di fatturato (840,8 milioni di euro). Il club catalano, tra i più importanti al mondo, vanta anche un settore giovanile, la Cantera, che ogni anno sforna nuovi talenti di notevole caratura.

Tutti loro, sognano di raggiungere la vetta come il campione simbolo del BarÇa, Lionel Messi, veterano della squadra, con sei palloni d’oro all’attivo, che tra le attrazioni del team, è senza dubbio un pilastro per tutti i tifosi, nonché uno dei giocatori più famosi e amati del mondo.

]
[(|oui)

Real Madrid - €757,3 milioni

Il Real Madrid, scende al secondo posto, segnando il gap più elevato tra prima e seconda posizione mai raggiunto nella storia dello studio condotto da Deloitte (in dollari meno 95,3 mln su 864 mln di ricavi).

Sicuramente il club più famoso e prestigioso in tutto il mondo, con più vittorie in Champions League (13 per l’esattezza) ha subito un po’ il colpo dopo la cessione del campione Cristiano Ronaldo alla Juventus. Soprannominati i “Blancos” o “Merengues” per il colore bianco delle magliette della squadra, vantano in formazione nomi del calibro del capitano Sergio Ramos, Eden Hazard, talento della nazionale belga, e il gallese Gareth Bale.

]
[(|oui)

Manchester United - €711,5 milioni

Il Manchester United è terzo, ma rischia di perdere la posizione di primo club della Premier League per ricavi a partire dalla Money League del prossimo anno.

Conosciuti anche come i “ Red Devils ” i giocatori di questa squadra fanno parte del più importante club britannico, protagonista nella storia del calcio per innumerevoli vittorie e grandi campioni che hanno solcato l’erba del famoso stadio Old Trafford di Manchester, non a caso detto anche “The theatre of dreams”.

Di recente, l’attaccante Marcus Rashford ha convinto il governo inglese ad approvare il Covid Summer Food Fund, un’iniziativa che permetta a bambini poveri di usufruire dei buoni pasto scolastici gratuiti anche nel periodo in cui le scuole sono chiuse.

]
[(|oui)

Bayern Monaco - €660,1 milioni

Il Bayern Monaco rimane in quarta posizione, come nella scorsa edizione della classifica. Il club bavarese più titolato della Germania forse è più famoso per le celebri sconfitte in finale di Champions League, piuttosto che per i successi portati a casa, come quella contro il Manchester il 26 maggio del 1999, strappatagli ai supplementari, o quella contro l’inter del triplete.

L’ultima Champions la squadra l’ha vinta nel 2013 in un derby tutto tedesco contro il Borussia Dortmund. Oggi, il club punta tutto sul campione Robert Levandowski, attaccante polacco. Il bomber da 46 gol in 40 partite, sogna il trofeo di calciatore re d’Europa dopo la Bundesliga appena conquistata.

]
[(|oui)

Paris Saint-Germain - €635,9 milioni

Il Paris Saint-Germain Football Club, meglio conosciuto semplicemente con la sigla PSG, è una società calcistica francese fondata nel 1970 a seguito della fusione del Paris FC e dello Stade Saint-Germain.

La svolta a livello mondiale per il club parigino arriva nel 2011, quando è stata acquisita dalla Quatar Investiment Authority, che sicuramente è il motivo per cui oggi il club vanta il quinto posto di questa classifica.

Non a caso, negli ultimi anni ha concluso accordi milionari per il trasferimento dei giocatori, addirittura due dei più costosi in assoluto. Per Neymar, strappato al Barcellona nel 2017, il club ha sborsato ben 222 milioni di euro mentre per Kylian Mbappé, ex Monaco, ha pagato 135 milioni più 45 di bonus aggiuntivi.

]
[(|oui)

Manchester City - €610,6 milioni

Anche il Manchester City deve la sua ricchezza all’intervento degli arabi. Il principe di Abu Dhabi, Sheikh Mansour, ha affidato all’imprenditore Kaldun al-Mubarak, il compito di dirigere il club rilevato nel 2008, quando si trovava in uno stato di imminente fallimento.

Oggi, la squadra è diventata una delle più forti d’oltremanica grazie alla guida di quello che per molti è da considerarsi il miglior allenatore del mondo, lo spagnolo Joseph “Pep” Guardiola. Tra i campioni che hanno reso oggi il club famoso in tutto il mondo si distinguono, tra gli altri, l’attaccante argentino Sergio Aguero e la velocissima ala Raheem Sterling, giamaicano naturalizzato inglese.

]
[(|oui)

Liverpool - €604,7 milioni

Il club britannico del Liverpool è la seconda squadra più titolata d’Inghilterra. Nota al grande pubblico per il suo famosissimo inno “You will never walk alone”, cantato all’unisono a ogni partita dai fedeli tifosi del club, è protagonista anche di uno dei capitoli più neri e tristi della storia del calcio mondiale.

Nel 1985, durante gravi scontri tra tifoserie, precedenti alla finale di Champions contro la Juventus disputata all’Heysell, morirono 39 spettatori e altri 600 rimasero feriti. La ferocia degli Hooligans costò a tutti i club inglesi cinque anni di squalifica dalle competizioni europee, fino al 1990. Attualmente è la squadra che detiene il titolo dell’ultima Champions League, vinta a Madrid a giugno 2019.

]
[(|oui)

Tottenham Hotspur - €521,1 milioni

Il Tottenham Hotspur si classifica nella posizione più alta mai raggiunta dal club, superando Chelsea e Arsenal e diventando così il primo di Londra in termini di fatturato dal 1996/1997. Nell’ultima Champions League, quella appena citata, è la squadra a cui è stato strappato il titolo, distruggendo la speranza di vincere la competizione per la prima volta, con un netto due a zero del Liverpool.

Il club ha una lunga storia, è stato infatti fondato nel lontano 1882, nell’omonimo quartiere londinese. La squadra è soprannominata “Spurs” e il suo simbolo è un gallo da battaglia. Tra i punti di forza del team c’è senza dubbio il suo allenatore, lo “special one” José Mourinho, uno dei tecnici più chiacchierati della sua categoria su web e social.

]
[(|oui)

Chelsea - €513,1 milioni

Altro club londinese, il Chelsea Football Club, è di proprietà del magnate russo Roman Abramovic. Il suo allenatore è anche una nota leggenda calcistica, che ha consacrato la sua carriera nella squadra che oggi guida: Frank Lampard (in foto).

Insieme a Juve, Ajax, Manchester United e Bayer Monaco è uno dei cinque club al mondo che hanno vinto almeno una volta tutti e tre i maggiori tornei europei. Gioca nel famoso Stamdford Bridge, il più antico stadio del Regno Unito, eretto nel 1887.

Ultima recluta della squadra, annunciata proprio in questi giorni, è Timo Werner. L’ex giocatore del Lipsia si trasferisce a Londra a titolo definitivo e rimarrà fino a termine della stagione in Bundesliga. Il club inglese per l’attaccante tedesco ha sborsato circa 60 milioni di euro.

]
[(|oui)

Juventus - €459,7 milioni

La Juventus sale dall’11° al 10° posto, unica italiana tra le prime dieci in classifica, deve la rimonta in top 10 anche a Cristiano Ronaldo, primo giocatore miliardario nella storia del calcio ad aver contribuito a far crescere il brand della sua squadra e ad aumentare le entrate da stadio, sponsor e merchandising.

Storica la proprietà, che appartiene dal 1923 alla famiglia Agnelli. Il club è quotato in borsa ed è uno dei principali al mondo. Il palmares sportivo è complessivamente il più ricco fra tutte le società di calcio italiane, con 36 scudetti (di cui uno revocato e uno non assegnato) 3 Coppe Italia e 7 Supercoppe Italiane e con numerosi trofei internazionali: 2 Champions League, 2 Coppe Intercontinentali, 2 Supercoppe Europee, 3 Coppe UEFA e una Coppa delle Coppe.

]
[(|oui)

Arsenal - €445,6 milioni

Il principe Harry d’Inghilterra ha taciuto riguardo la sua fedeltà a un club specifico, ma lo si è visto comunque nelle gare dell’Inghilterra e nelle finali di coppa. Tuttavia, alcuni anni fa, si era lasciato sfuggire che la maggior parte della famiglia reale è tifosa dell’Arsenal, compresa la Regina Elisabetta.

Si tratta della squadra presente da più tempo in Premier League, il corrispettivo della nostra Serie A, mai retrocessa dal 1919, nonché la prima di Londra per successi sportivi. Disputa il North London Derby contro il Tottenham. Il suo campione di punta è Pierre-Emerick Aubameyang, classe 1989, attualmente capitano sia della squadra inglese sia della sua nazionale d’origine, il Gabon.

]
[(|oui)

Borussia Dortmund - €377,1 milioni

Fondato nel 1909 il Borussia Dortmund è uno dei club calcistici tedeschi più importanti. Quando gioca in casa, il suo tempio è il Signal Iduna Park, anche noto come Westfalenstadion, il più grande stadio tedesco e anche il settimo più grande d’Europa. È capace di ospitare circa 81 mila spettatori, di cui quasi 25 mila nella famosa curva sud soprannominata “Il muro giallo” per via dei colori sociali del Dortmund, il giallo e il nero.

I tifosi che animano quest’ultima sono conosciuti tra i più calorosi in assoluto, capaci di creare un’atmosfera che non ha pari nel resto del calcio mondiale. Ora, purtroppo, poiché le partite si stanno giocando a porte chiuse a causa del coronavirus, sono in stand by, speriamo che possano presto tornare a supportare la propria squadra in campo come solo loro sanno fare. Punta di diamante del club è l’attaccante novergese Erling Håland, considerato una promessa del calcio mondiale.

]
[(|oui)

Atletico Madrid - €367,6 milioni

Altra squadra madrilena insieme al Real, con cui è celebre la rivalità calcistica durante il derby cittadino, è l’Atletico Madrid, il terzo club spagnolo per titoli nazionali vinti. Nonostante abbia disputato tre volte la finale, non ha mai portato a casa una vittoria in Champions.

Soprannominati Colchoneros, letteralmente “materassai”, i giocatori di questa squadra indossano gli stessi colori usati per i rivestimenti dei materassi del 1900: bianco e rosso. I colori sono i medesimi ancora oggi sin dalla sua fondazione, avvenuta nel 1903. Tra i player più rappresentativi dell’Atletico, si distinguono due attaccanti: il giovane portoghese João Félix e il veterano Diego Costa.

]
[(|oui)

FC Inter - €364,6 milioni

L’Inter mantiene la 14° posizione nella top 20 della Deloitte Football Money League, grazie a una crescita dei ricavi del 24% rispetto alla stagione 2017/18. Il nome completo del club è Football Club Internazionale Milano, è una delle due squadre appartenenti alla città meneghina, insieme al Milan, con cui disputa il derby.

Fondata nel 1908, proprio da una costola di soci dissidenti del Milan, è l’ultima italiana ad aver vinto una Champions League nel 2009 contro il Bayer Monaco, nello stesso anno del celebre “triplete” quando hanno portato a casa anche scudetto e Coppa Italia. Oggi è guidata da Antonio Conte ed è una delle compagini in corsa per il titolo della Serie A.

]
[(|oui)

Schalke 04 - €324,8 milioni

La tedesca Schalke 04 è un’altra squadra militante nella Bundesliga, la massima serie del campionato nazionale. Si tratta di un club polisportivo, attivo anche in altre discipline quali pallacanestro, pallamano, atletica leggera, tennistavolo, sport invernali e eSport.

La dicitura "04" indica l’anno di fondazione del club, il 1904, ed è il secondo in Germania per numero di tifosi. Oggi, tra le sue fila si fa notare il talentuoso centrocampista Amine Harit, francese di origini marocchine, ambito da numerosi altri top club europei.

Il direttore sportivo Jochen Schneider, parlando ai microfoni di Sky Sport, ha disegnato una situazione finanziaria instabile per la squadra, che al momento spende più denaro di quanto non riesca a guadagnarne, mettendo a rischio il proprio futuro.

]
[(|oui)

AS Roma - €231 milioni

La Roma ha perso una posizione in classifica, superata dai tedeschi dello Schalke 04. La squadra è stata fondata nel 1927 dall’unione di tre club capitolini: l’Alba-Audace, il Roman e la Fortitudo Pro Roma. Prende i colori dal Gonfalone del Campidoglio, Giallo Rosso, e la lupa è il suo simbolo. Celebre il suo ex capitano, Francesco Totti, detto dai tifosi anche ottavo re di Roma, a cui hanno dedicato persino una piazza della Città Eterna. La piazza si trova rigorosamente a Testaccio, storico quartiere di riferimento per il team.

Il club ha appena affrontato una burrasca interna. Gianluca Petrachi è stato sospeso dal ruolo di direttore sportivo della società giallorossa dopo alcuni screzi risalenti ai giorni scorsi con il presidente, l’americano James Pallotta. L’ex del Torino era arrivato la scorsa estate con un contratto di tre anni. L’allenatore e la squadra saranno guidati direttamente da Guido Fienga, ceo del Club.

]
[(|oui)

Olympique Lione - €220,8 milioni

Fondata nel 1950 l’Olympique Lione ha fatto parte della massima serie francese dal 1989 senza mai retrocedere, anche se non ha mai vinto un campionato nei suoi primi 50 anni di storia. Ha raggiunto la sua massima popolarità all’inizio del millennio, vincendo 7 titoli consecutivi nella Ligue 1, dal 2001 al 2008 e divenendo così l’unica società francese a conseguire tale traguardo.

Da sempre è aspra la rivalità con il Saint-Étienne, con cui il club lionese disputa il cosiddetto derby del Rodano, considerato tra i più importanti della nazione. A livello internazionale non ha mai raggiunto traguardi, fatta eccezione per la Coppa Intertoto nel 1997, competizione che oggi non si disputa più. Il suo giocatore simbolo è l’attaccante olandese Memphis Depay.

]
[(|oui)

West Ham United - €216,4 milioni

Ennesimo club londinese nella classifica di Deloitte, la storia del West Ham United, fondato nel 1895, è legata al quartiere di Stratford. I giocatori sono soprannominati “Hammers”, martelli, poiché l’attrezzo è anche il simbolo della squadra.

I tifosi, tuttavia, preferiscono chiamare il club Irons, riferendosi al suo nome originale, Thames Iron Workers Football Club, mantenuto fino al 1900 quando è stato cambiato in quello attuale. Sebbene non si sia mai aggiudicato nessuna Premier League è un club calcistico di grande fascino e importanza storica. Tra i migliori giocatori del team c’è anche Felipe Anderson, trequartista brasiliano che in passato ha militato nella nostra massima serie, giocando con la Lazio.

]
[(|oui)

Everton - €213 milioni

Seconda squadra di Liverpool, l’Everton è attualmente guidata da Carlo Ancelotti, uno dei tecnici italiani più vincenti della storia. I tifosi dei Toffees, questo il soprannome della squadra, sono entusiasti dell’allenatore che li ha portati al 12esimo posto della classifica nazionale a pochissimi punti dalla zona UEFA. Tra le più antiche squadre del Regno Unito, poiché fondata nel 1878, deve il suo nome all’omonimo quartiere cittadino che le ha dato i natali.

Si tratta del club che vanta il maggior numero di presenze nel campionato inglese della Premier League. È recentissima la notizia che Ancelotti e molti dei giocatori si sono tagliati gli stipendi per consentire al club di affrontare la crisi finanzaria e pagare per intero gli stipendi dei suoi dipendenti amministrativi. Tra i giocatori c’è anche un italiano, il ventenne di Vercelli, ex attaccante della Juve, Moise Kean.

]
[(|oui)

SSC Napoli - €207,4 milioni

Il Napoli entra nella top 20 della Money League per la prima volta grazie a una crescita dell’8% sul fatturato della stagione 2017/18. Fondata la prima volta nel 1926, a seguito di un fallimento finanziario è stata rifondata nel 2004 dall’attuale Presidente Aurelio De Laurentiis.

Tra le fila dell’SSC Napoli c’è stato anche il pibe de oro, giocatore più famoso di tutti i tempi, l’argentino Diego Armando Maradona, strappato al Barcellona nel 1984, per l’allora cifra record di 15 miliardi di lire. Grazie a lui il club ha conquistato i riflettori nonché svariati titoli nazionali e internazionali, tra cui i suoi primi due scudetti e la Coppa Uefa.

La squadra è fresca vincitrice della Coppa Italia, strappata ai rigori contro la Juventus. Si tratta della sesta della sua storia (terza dalla rifondazione). Un trionfo meritato, non solo dal team, ma anche dal suo allenatore, Gennaro Gattuso, appassionato leader ed ex promessa del calcio italiano, che ha deciso di tagliarsi lo stipendio in favore di oltre trenta lavoratori del Napoli Calcio, in cassa integrazione a causa della situazione di emergenza sanitaria.

]

Potrebbero interessarti