Salvataggio Air France: via libera dell’UE ad aiuti di Stato. E ora?

Il Salvataggio di Air France con aiuti di Stato ha ricevuto il via libera della Commissione Europea. Sarà garantita al vettore la liquidità per affrontare la crisi.

Salvataggio Air France: via libera dell'UE ad aiuti di Stato. E ora?

Via libera dell’UE al salvataggio di Air France. Dopo l’annuncio del governo Macron, che aveva dichiarato l’intenzione di mettere a punto un piano di aiuti da 7 miliardi a favore della compagnia, è arrivata la conferma da parte della Commissione Europea.

Il settore aereo è uno dei comparti che ha subito più drasticamente il contraccolpo dovuto all’emergenza coronavirus, spingendo gli Stati a intervenire per risollevare le sorti delle proprie compagnie bandiera.

Lo stesso sta accadendo in Italia dove sono attese due newco pubbliche per la gestione di Alitalia, al via dai primi di giugno, che hanno già ottenuto la benedizione dell’UE.

Salvataggio Air France: UE approva pacchetto di aiuti di Stato

La Francia ha il via libera dell’UE per iniziare le operazioni necessarie per il salvataggio di Air France dalla morsa del coronavirus. La Commissione ha dato oggi l’ok per l’attivazione di aiuti di Stato per 7 miliardi di euro. La richiesta di bailout era stata resa nota il 24 aprile scorso dal ministro delle Finanze Bruno Le Maire.

Il pacchetto sarà costituito da un prestito di 4 miliardi di euro fornito da un consorzio di 6 banche francesi e internazionali garantito al 90% dallo Stato. Avrà scadenza di 12 mesi con due opzioni di rinnovo di un anno. Gli altri 3 miliardi saranno forniti direttamente dallo Stato.

Inoltre, arriveranno altri fondi per circa 2 o 4 miliardi dall’Olanda secondo modalità ancora non stabilite, poiché la società Air France-KLM è nata dalla fusione delle compagnie bandiera francese e olandese. Parigi detiene il 14% del gruppo.

La condizione è che il vettore, una volta avviata la ripresa, attivi delle policy che favoriscano la salvaguardia ambientale, dimezzando le emissioni complessive di diossido di carbonio entro la fine del 2024.

Il commento di Margrethe Vestager

Il via libera dell’UE all’operazione che consentirà il salvataggio di Air France, dunque, permetterà alla Francia di offrire garanzie pubbliche sui prestiti oltre a un contributo statale diretto.

Secondo quanto dichiarato da Margrethe Vestager, Commissario europeo per la concorrenza, queste operazioni

“forniranno ad Air France la liquidità di cui ha urgentemente bisogno per resistere alle ripercussioni della pandemia, prima di una prevista ripresa delle vendite una volta che le restrizioni saranno progressivamente revocate”.

La migliore soluzione, alla luce del fatto che tutti gli altri possibili mezzi di sostentamento sui mercati sono stati presi in esame e considerati esauriti.

La Francia, intanto, tende la mano anche a Renault, la casa auto dovrebbe ricevere 5 miliardi di euro in prestiti bancari garantiti dallo Stato, che ha ribadito l’intenzione di sostenere anche la filiera dell’automobile.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories
SONDAGGIO

1584 voti

VOTA ORA