Vaccino coronavirus, la Russia potrebbe battere tutti sul tempo

Funzionari russi sono convinti che il loro vaccino anti-COVID-19 sarà pronto fra due settimane, il 10 agosto 2020: «Momento Sputnik»

Vaccino coronavirus, la Russia potrebbe battere tutti sul tempo

La Russia potrebbe battere tutti sul tempo. Secondo la CNN, il Paese fra due settimane potrebbe approvare il primo vaccino per la COVID-19. La Russia è al momento percorsa da un’ondata di proteste contro Vladimir Putin e la sua gestione dell’epidemia di coronavirus.

Vaccino coronavirus, per la Russia è “momento Sputnik”

È un momento Sputnik”, ha detto Kirill Dmitriev, capo del fondo sovrano russo che finanzia le ricerche per il vaccino.

Il riferimento è al lancio del primo satellite al mondo, lanciato nello spazio nel 1957 dall’allora Unione Sovietica.

Con il perseverare della pandemia di coronavirus, molti scienziati e capi di governo sono convinti che la situazione potrà tornare normale solo con la scoperta del vaccino.

Università e aziende farmaceutiche si sono lanciate quindi nella ricerca. Di recente Anthony Fauci, capo dell’emergenza negli Stati Uniti, ha detto che non si parlerà di vera diffusione del vaccino prima di un anno. Ma la Russia potrebbe approvare il suo vaccino molto, molto prima: il prossimo 10 agosto.

Vaccino russo pronto fra due settimane?

Gli americani rimasero sorpresi quando sentirono i bip dello Sputnik. È lo stesso col vaccino. La Russia ci arriverà per prima”. A riportare le parole di Dmitriev è la CNN, ripresa dall’agenzia di stampa Adnkronos. Anche altri funzionari del Paese si sono detti convinti che il vaccino russo sarà approvato fra sole due settimane.

L’Istituto Gamaleya di Mosca, che sta sviluppando il vaccino, non ha tuttavia pubblicato alcun dato sui test, dunque è difficile verificare lo stato dell’avanzamento della ricerca.

Secondo le accuse di Stati Uniti, Regno Unito e Canada, la Russia avrebbe ordinato attacchi hacker ad istituti di ricerca che stanno lavorando a un vaccino per rubare preziose informazioni.

La pandemia di coronavirus è arrivata a livelli particolarmente allarmanti soprattutto per la diffusione incontrollata in Paesi di grandi dimensioni come Stati Uniti, Brasile e Russia. Vladimir Putin è diventato l’obiettivo di un’inedita ondata di proteste di piazza nella parte orientale del Paese.

Per la prima volta nel corso della sua lunga carriera politica, Putin affronta un’ostilità diffusa fra i suoi cittadini.

Anche Donald Trump è in grave difficoltà per via della sua gestione dell’epidemia. Secondo le indiscrezioni di stampa, il presidente USA vuole disperatamente un vaccino per vincere le elezioni di novembre 2020.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories