Reddito di cittadinanza a rischio nella Legge di Bilancio 2019? Servono 6 miliardi

Il Reddito di cittadinanza sarà approvato nella Legge di Bilancio 2019? Servirebbeo 6 miliardi di euro solo per avviare la riforma dei centri per l’impiego e la pensione di cittadinanza. Tra le ipotesi del Governo anche quella di sforare il tetto del deficit al 3%.

Reddito di cittadinanza a rischio nella Legge di Bilancio 2019? Servono 6 miliardi

Il Reddito di cittadinanza sarà inserito nella Legge di Bilancio 2019? Sono in tanti a credere che non sarà così, tenuto conto che per finanziarlo servirebbero 6 miliardi di euro soltanto per i primi passi.

Due miliardi solo per avviare la riforma dei centri per l’impiego e i restanti quattro per introdurre la pensione di cittadinanza. Il Reddito di cittadinanza rischia di essere escluso dalla Legge di Bilancio 2019 per mancanza di fondi.

Ma il Governo Gialloverde non demorde e, dopo la Lega, anche Di Maio non esclude l’ipotesi di sforare il tetto del deficit al 3% per inserire il Reddito di cittadinanza e le principali riforme fiscali nella prossima Manovra.

Reddito di cittadinanza nella Legge di Bilancio 2019, fondi mancanti

Si sta alzando un polverone in questi giorni attorno al Reddito di cittadinanza, la riforma fiscale portata avanti dal M5S rischierebbe infatti di non trovare posto nella Legge di Bilancio 2019 a causa dei fondi mancanti.

I cittadini in difficoltà temono di veder sfumare la promessa di avviare la riforma dei CPI e la pensione di cittadinanza ai più poveri a partire dal 1° gennaio 2019.

Il Governo del Cambiamento però non demorde e in virtù della prossima Finanziaria le sta pensando veramente tutte.

L’idea del Governo Gialloverde è quella di utilizzare i fondi dell’Unione Europea per poter finanziare il Reddito di cittadinanza a partire dal suo primo e più complesso step, quello del potenziamento dei centri per l’impiego.

Per la seconda importante operazione del Reddito di cittadinanza, ovvero la pensione di cittadinanza, una parte dei fondi dovrebbe derivare dal taglio ai vitalizi presentato da Lega e M5S alla Camera, dove però se ne sta ancora discutendo per evitare che il taglio vada ad intaccare anche le pensioni d’oro al di sotto dei 4.000 euro

Secondo le stime recenti, i beneficiari della pensione pari a 780 euro al mese prevista dal Reddito di cittadinanza sarebbero 3.430.000 cittadini con più di 65 anni che attualmente vivono con un assegno più basso, per un costo complessivo di 4,2 miliardi.

Reddito di cittadinanza, 6 miliardi per l’approvazione nella Legge di Bilancio 2019

Per l’approvazione del Reddito di cittadinanza nella Legge di Bilancio 2019 servono 6 miliardi di euro, lo ha calcolato Il Sole 24 Ore specificando che tali risorse economiche saranno utili solo a far compiere i primi passi al cavallo di battaglia del M5S.

L’unico modo per realizzare la riforma fiscale che comprende, fra le proposte principali, Flat tax, Quota 100 e Reddito di cittadinanza, sembrerebbe quello di sforare il tetto del 3% nel rapporto deficit/PIL.

È un’ipotesi concreta quella cui aspira il Governo Del Cambiamento. Il vicepremier Di Maio ha affermato di voler approvare nella Legge di Bilancio 2019 le tre misure principali del contratto di governo in modo da renderle effettive dal 1° gennaio 2019.

Per il Reddito di cittadinanza si tratterebbe di un’introduzione graduale, a cominciare dalla questione delle pensioni e dal potenziamento dei centri per l’impiego.

Il Ministro dell’Economia Tria frena il vicepremier del M5S affermando che l’Italia non ha intenzione di superare il vincolo del 3% nel rapporto deficit/PIL in vista della Legge di Bilancio 2019. Anche se secondo il MEF è proprio questo uno dei punti più criticabili del rapporto tra UE e Stati membri.

Contrariamente il Ministro dell’Economia afferma che è anzi necessario far sentire all’Unione Europea la volontà concreta da parte del Governo italiano di ridurre il debito pubblico.

Iscriviti alla newsletter "Lavoro" per ricevere le news su Reddito di cittadinanza

Condividi questo post:

Commenti:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.