Mercati oscillano tra inflazione e Covid: che succede oggi?

Violetta Silvestri

17/05/2021

28/05/2021 - 09:41

condividi

Mercati ancora in preda alle preoccupazioni su Covid in ripresa in Asia e inflazione. Gli indici oscillano e in alcune casi subiscono un tonfo. Che succede oggi?

Mercati oscillano tra inflazione e Covid: che succede oggi?

Mercati oggi all’insegna dell’incertezza.

Le azioni asiatiche fluttuano tra picchi di contagi Covid-19 nel continente, mentre i futures sulle azioni statunitensi scendono a causa delle preoccupazioni sull’inflazione che hanno pesato ancora sul sentiment degli investitori.

Le Borse restano pressate dai due grandi temi - e incognite - del momento: il ritorno della pandemia e il destino dell’inflazione, non per tutti così transitoria.

Che succede oggi nei mercati?

Il Covid frena i mercati in Asia oggi

In Asia, le azioni cinesi hanno sovraperformato, ignorando le letture economiche inferiori alle previsioni sulle vendite al dettaglio.

I contratti statunitensi sono scesi dopo che Wall Street ha chiuso una settimana travolgente con il rally di venerdì. Il Giappone si è ritirato e Taiwan, una delle economie alle prese il ritorno del Covid, è crollata.

In dettaglio, verso le ore 8.00 italiane, il Nikkei è al ribasso dello 0,9% e gli indici cinesi Shenzhen e Shanghai guadagnano l’1,59% e lo 0,59%.

La PBoC ha erogato 100 miliardi di yuan con prestiti a medio termine, e il tasso di interesse è rimasto invariato. Una mossa che è stata ben vista dagli investitori.

Il Kospi della Corea del Sud va giù dello 0,49% e Hong Kong segna un +0,55%. Taiwan crolla, con un tonfo del 2,99%.

La diffusione del virus è di nuovo in primo piano in Asia, con le vaccinazioni in ritardo nelle maggiori nazioni sviluppate. Singapore interromperà la maggior parte delle classi scolastiche questa settimana e Taiwan sta cercando di contenere la sua peggiore epidemia. Anche il Giappone sta vivendo una risalita dei contagi.

Al contrario, la media settimanale dei nuovi casi negli Stati Uniti è scesa al minimo da giugno.

Inflazione ancora in focus

I rendimenti del Tesoro USA hanno esteso i cali da venerdì su un rapporto che ha mostrato che il recente aumento delle vendite al dettaglio negli Stati Uniti si è bloccato ad aprile.

Le preoccupazioni che i responsabili della Fed dovranno ritirare il sostegno prima del previsto per sedare l’aumento dell’inflazione hanno pesato sulle azioni globali.

Gli investitori questa settimana analizzeranno i verbali dell’ultima riunione del Federal Open Market Committee per captare qualsiasi discussione sull’accelerazione delle pressioni sui prezzi e suggerimenti su una tempistica per ridurre gli acquisti di asset.

La maggior parte delle materie prime ha aperto la settimana su un piano più stabile dopo la volatilità della scorsa settimana.

Bitcoin è stato scambiato al di sotto di $ 44.000, suscettibile ancora dei commenti del miliardario Elon Musk (Tesla potrebbe vendere le sue partecipazioni in criptovalute.)

Argomenti

# Borse
# azioni

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.