Crisi Air Italy: è liquidazione. Quali conseguenze?

La crisi di Air Italy ha aperto le porte alla liquidazione. Cosa accadrà adesso? Le ultime notizie

Crisi Air Italy: è liquidazione. Quali conseguenze?

La crisi di Air Italy ha aperto inevitabilmente le porte alla soluzione più temuta, quella della liquidazione, che avrà diverse conseguenze.

Le ultime notizie in merito sono arrivate dopo l’assemblea straordinaria convocata nella giornata di ieri, martedì 11 febbraio. Un meeting durato meno di mezz’ora nel quale è stata analizzata a fondo la situazione della compagnia aerea.

La crisi di Alir Italy non ha lasciato altra scelta: la liquidazione è parsa l’unica via percorribile. Come era ovvio che fosse la decisione ha portato sia i clienti che i semplici osservatori a interrogarsi sulle conseguenze di questa novità. Le ultime notizie, comunicate dalla stessa azienda dei cieli, hanno tentato di chiarire il quadro.

Crisi Air Italy: è liquidazione. Le ultime notizie

Nella giornata di ieri, nello studio notarile Marchetti di Milano, i soci della compagnia aerea hanno concordato sull’impossibilità di andare avanti e hanno decretato la liquidazione di Air Italy. Il tutto nell’arco di soli 25 minuti, come riportato da Il Sole 24 Ore. Per il settore, questo, non sembra un buon momento.

LEGGI ANCHE: Alitalia: bomba fiscale pronta a esplodere?

“A seguito dell’Assemblea degli azionisti di Air Italy (Alisarda e Qatar Airways attraverso AQA Holding S.p.A.) che ha deliberato la liquidazione in bonis della società”,

si legge nel comunicato stampa pubblicato al termine del breve meeting.

L’azienda dei cieli, nata sulle ceneri della ex Meridiana ha archiviato il 2019 con un buco multimilionario, perfino superiore rispetto a quello dell’anno precedente.

A nulla sono serviti gli sforzi dei due soci Aga Khan (51%) e Qatar Airways (49%) che hanno soltanto potuto constatare un forte calo del fatturato (si stima del 60%) determinato dal mancato raggiungimento dei risultati dell’ambizioso piano di espansione.

Il primo azionista ha sin da subito confermato la sua intenzione di non sborsare più neanche un centesimo. Il secondo invece non è potuto salire oltre la quota del 49% a causa delle leggi UE che in tal caso avrebbero tolto alla compagnia la licenza di vettore dell’Unione.

Da qui la ricerca di nuovi azionisti, che tuttavia non ha prodotto i risultati sperati. In assenza di soluzioni concrete, nella giornata di ieri Air Italy è stata messa in liquidazione. La crisi ha raggiunto un nuovo livello.

Quali conseguenze?

Ora che l’ipotesi più temuta si è concretizzata, in molti si sono interrogati sulle possibili conseguenze della crisi di Air Italy. A fare chiarezza sul post-liquidazione è stata la stessa compagnia aerea, che si è detta intenzionata a tutelare per quanto possibile chi ha già acquistato biglietti. Ma in che modo?

  • Dall’11 al 25 febbraio 2020: i passeggeri verranno spostati su altri voli e i viaggi già prenotati saranno garantiti.
  • Dal 26 febbraio in poi: chi ha già acquistato un biglietto Air Italy verrà rimborsato o riprotetto.

Da questo momento invece non sarà più possibile effettuare nuove prenotazioni.

Enrico Laghi e Franco Maurizio Lagro (ex commissari Alitalia) sono stati nominati membri del collegio liquidatori. Alle ore 9:30 di oggi, essi si recheranno a Roma per conferire con il Ministro dei Trasporti, Paola De Micheli, sulla messa in liquidazione di Air Italy, la seconda compagnia aerea del Paese. Qualsiasi news in merito sarà monitorata con attenzione nelle prossime ore.

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza per ricevere le news su Air Italy

Argomenti:

Air Italy

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.