Dalle criptovalute nasce una nuova generazione di investitori

Il boom delle criptovalute ha creato una nuova generazione di investitori. Da un’analisi condotta da eToro emerge che il 73% dei nuovi investitori interessati alle valute digitali hanno successivamente investito su altri asset come azioni, materie prime, valute ed ETF

Dalle criptovalute nasce una nuova generazione di investitori

Il boom delle criptovalute dello scorso anno ha contribuito alla creazione di una nuova generazione di investitori.

Sono gli operatori che privilegiano il mondo delle valute digitali, ma che ad un certo punto hanno avuto la necessità di guardare oltre per poter diversificare.

Secondo un’analisi di eToro è emerso che il 73% dei nuovi investitori che si sono iscritti alla piattaforma nel biennio 2017-2018 hanno acquistato criptovalute. Di questi, il 14% ha continuato ad investire anche in altri asset, come azioni, materie prime, valute ed ETF.

Questo fatto è particolarmente evidente nelle nuove generazioni: quasi il 44% di coloro che diversificano, rientrano infatti nella fascia di età compresa tra i 25 e i 34 anni.

Millennial interessati alle criptovalute

A fare il punto è Iqbal V. Gandham, Managing director di eToro in Gran Bretagna: «Ogni giorno leggiamo notizie su come la gente comune, specialmente i millennial, non investa abbastanza. Eppure, è proprio la criptovaluta a dimostrarci che basta attirare l’attenzione delle persone per risvegliare la loro attitudine all’investimento».

Infatti, al di là del fatto che si possa credere o meno alle opportunità sul lungo termine offerte dalle criptovalute, vale comunque la pena guardare a ciò che possiamo imparare dagli investitori: «come abbiamo potuto constatare, una volta che hanno investito in criptovalute, molti si sentono poi pronti a diversificare con altri asset», ha spiegato Gandham.

Italia, record diversificazione

I dati di eToro mostrano una tendenza dei nuovi investitori a passare ad asset tradizionali, trend sulla quale primeggia in assoluto l’Italia: il 14% degli iscritti alla piattaforma esegue anche una seconda operazione su altri asset dopo aver completato la prima in criptovalute.

Azionario come asset alternativo alle criptovalute

A livello mondiale, si nota che un trader di crypto su tre sceglie le azioni come asset alternativo. Anche l’Italia è allineata a questo trend con la differenza che gli utenti italiani di eToro sono più maturi rispetto agli altri Paesi: i più attivi sono infatti gli investitori della fascia d’età compresa tra i 35 e i 44 anni.

Fai trading ora con eToro Demo gratuita

Cripto-traders interessati al lungo termine

Infine, dalla ricerca portata avanti da eToro si evince che gli investitori di crypto hanno strategie a lungo termine e mantengono la propria posizione più di qualunque altra classe di investitori: si parla di una media di oltre 70 giorni in più rispetto agli altri.

«E’ necessario continuare a coinvolgere i consumatori ed evitare che gli investimenti vengano visti ancora come un’opportunità per pochi o come un’attività troppo complicata per l’utente medio. Possiamo dire che la criptovaluta ha finalmente contribuito a cambiare questo concetto», conclude il Managing director di eToro.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su La view di eToro

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.