Saras punita dopo cessione dei Moratti. -12% in Borsa

Azioni Saras in forte ribasso in Borsa dopo la cessione dei Moratti. Il titolo arriva a perdere più del 12% a Milano

Saras punita dopo cessione dei Moratti. -12% in Borsa

Le azioni Saras affondano a Milano arrivando a bruciare più del 12% in Borsa.

Il mercato non ha gradito la scelta della famiglia Moratti che ieri ha venduto il 10% dei titoli posseduti tramite un’operazione di Accelerated Bookbuilding ed è così scesa al 40% delle quote.

L’obiettivo dell’operazione (quello di incrementare la liquidità del titolo) non è stato apprezzato dagli investitori che hanno dato vita ad una vera e propria pioggia di vendite sulle azioni Saras. Rischi di overhang e ipotesi di rinvio dell’Opa hanno pesato notevolmente sulle considerazioni degli analisti.

Azioni Saras crollano: i dettagli sulla cessione Moratti

Nella giornata di ieri Massimo Moratti Sapa e Mobro Spa, entrambe facenti capo alla famiglia Moratti, hanno avviato la cessione del 10% delle azioni societarie, un’operazione che si è conclusa poi durante la notte.

Il prezzo di vendita pari a 2 euro per azione ha rappresentato uno sconto dell’8% rispetto al prezzo di chiusura di ieri, mercoledì 5 settembre, quando il titolo ha archiviato gli scambi su quota €2,158.

Immediata la reazione degli analisti tra cui quelli di Fidentiis (rating Hold e prezzo obiettivo sulle azioni Saras compreso fra 1,9 e 2 euro), preoccupati dall’ipotesi di overhang, ossia il rischio che imponenti quantitativi di titoli finiscano sul mercato.

I Moratti, comunque, non potranno più vendere altri titoli per i prossimi 9 mesi in virtù del lockup vigente sulle restanti azioni Saras, che intanto al momento della scrittura stanno segnalando un ribasso del 12,14% su quota €1,90.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Saras SpA

Condividi questo post:

Commenti:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.