Azioni Ferrari in vetta al Ftse Mib: è record storico

Azioni Ferrari in grande spolvero su Borsa Italiana: per il Cavallino è ancora una volta record storico.

Azioni Ferrari in vetta al Ftse Mib: è record storico

Le azioni Ferrari hanno messo a segno un altro record storico.

Anche l’ultima sessione della settimana si è aperta all’insegna dell’ottimismo e la quotazione è balzata registrando rialzi di oltre un punto percentuale, guadagnandosi a pieno titolo la vetta del Ftse Mib.

Prima del nuovo massimo storico toccato nella notte dal Nasdaq, anche le azioni Ferrari hanno voluto mettersi in mostra e sono riuscite a toccare la soglia dei 127,2 euro (nella sessione di giovedì 14 giugno).

Il Cavallino non si è però accontentato e ha inaugurato l’odierna giornata di scambi sopra i 128 euro, confermando il trend rialzista di breve periodo già anticipato da diversi analisti che non sembrano oggi propensi a teorizzare un’ipotetica inversione di tendenza.


(L’andamento delle azioni Ferrari nel corso dell’ultima settimana)

La promozione di Berenberg e l’ipotesi Aston Martin

A favorire la scalata delle azioni Ferrari sicuramente la recente promozione di Berenberg. Il broker ha migliorato il target price sulla quotazione di Borsa Italiana giustificando la decisione con alcune recenti indiscrezioni su un possibile sbarco azionario di Aston Martin.

Secondo i rumors, la quotazione fornirebbe alla britannica una valutazione di circa 4,6-5,7 miliardi e imporrebbe contemporaneamente una revisione della valutazione sul Cavallino, necessaria a tener conto delle differenze fra le due società.

“L’Aston Martin è in netto ritardo rispetto alla Ferrari su quasi tutti i parametri di qualità, in particolare su misure critiche come l’intensità del capitale, la generazione di cassa e il margine di contribuzione,”

hanno ribadito gli esperti.

La promozione di Berenberg è stata imponente e il prezzo obiettivo sulle azioni Ferrari è schizzato da 125 a 135 euro. Al momento della scrittura, intanto, la quotazione sta scambiando verso i 129 euro.

Alle considerazioni dei citati esperti si sono aggiunte oggi quelle di Banca Akros, che ha scelto di confermare il proprio rating Accumulate sul titolo, alzando però al contempo il target price sulle azioni Ferrari da 118 a 132,5 euro e contribuendo così a sostenere il rally della quotazione, che sta scambiando in piena controtendenza rispetto al Ftse Mib (-1,2%).

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Ferrari

Condividi questo post:

Commenti:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.