Quota 100, per gli statali richiesto preavviso di nove mesi

Su Quota 100 emergono nuovi dettagli. Li rende noti il ministro Giulia Bongiorno nel corso di un’intervista a Sky Tg24

I dipendenti della Pubblica amministrazione che andranno in pensione con Quota 100 dovranno dare un preavviso di nove mesi.

Sarà previsto in una norma ad hoc. Lo ha detto il ministro della Pubblica amministrazione Giulia Bongiorno, nel corso di un’intervista rilasciata a Maria Latella su SkyTg24.

Quota 100 e concorsi, le novità per gli statali

Il ministro Giulia Bongiorno, su SkyTg24, ha aggiunto nuovi particolari su Quota 100 e sulla possibilità per gli statali di lasciare il lavoro, usufruendo della nuova misura promossa dal Governo Conte.

Potranno farlo grazie a una norma ad hoc e con nove mesi di preavviso. Il ministro ha anche parlato di accesso al pubblico impiego per chi si affaccia, per la prima volta, al mondo del lavoro.

“Voglio anche concorsi più veloci e unici, perché ci vuole omogeneità in preparazione”,

ha aggiunto. Quanto al turn over, Bongiorno ha ribadito:

“ho sempre detto che investiremo nella pubblica amministrazione, a differenza dei precedenti governi. Con noi non si taglia. Abbiamo un turn over al 100%, quindi per 100 persone che escono ce ne saranno 100 che entrano. La norma è già finanziata”.

In merito all’emendamento del ddl anticorruzione, sulla sospensione della prescrizione al primo grado di giudizio, il ministro ha commentato: “è una bomba nucleare sul processo. Sono molto preoccupata”.

Parlando poi delle ultime polemiche sul reddito di cittadinanza, la titolare del Ministero per la PA ha dichiarato:

“il contratto si deve rispettare e poi non si deve criticare. In questo sono di destra. Non mi metto a criticarlo perché fa parte del nostro accordo. Il Governo è compatto e andrà avanti. Potrebbero esserci delle difficoltà attuative, ma si farà.”

Anche Matteo Salvini ha smorzato i toni, negando l’esistenza di polemiche in seno alla maggioranza.

“Con il Movimento 5 Stelle stiamo lavorando bene. Il nostro governo ha un’altissima popolarità e in 5 mesi abbiamo fatto più di chiunque altro. Sono molto soddisfatto per le leggi fatte e per quelle in cantiere”,

ha detto il leader leghista, ribadendo la volontà di andare avanti compatti su tutti i fronti.

Di tutto altro avviso Matteo Renzi che, nel libro di Bruno Vespa, profetizza l’arrivo di nuovi tecnici al governo. Per lui, l’intesa giallo-verde è ormai al capolinea:

“sta andando tutto a carte quarantotto. Di qui a qualche mese torneranno i tecnici al governo. Quelli che io ho combattuto per ristabilire il primato della politica. Mi dispiace e mi preoccupa”.

Iscriviti alla newsletter

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.