Quasi 9mila miliardi di dollari, cresce il patrimonio complessivo dei Paperoni nel mondo

Nel 2017 aumentano i miliardari, 373 sono cinesi. I Paperon De’ Paperoni italiani hanno patrimoni per 170 miliardi di dollari

Quasi 9mila miliardi di dollari, cresce il patrimonio complessivo dei Paperoni nel mondo

8.900 miliardi di dollari, ripartiti tra 2.158 Paperon De’ Paperoni. Nel 2017 il patrimonio dei miliardari è cresciuto come non mai, aumentando del 19%. 170 miliardi di dollari appartengono ai più ricchi cittadini italiani.

Ad affermarlo è l’annuale rapporto Billionaires Insights, giunto alla quinta edizione e pubblicato oggi da UBS e PwC: New visionaries and the Chinese Century.

I miliardari nel mondo, escalation dei cinesi

Nonostante l’aumento si sia osservato sia in America che in Europa, confermando la ricchezza dei due continenti, sono stati i miliardari cinesi a registrare un notevole incremento, sia nel numero dei possidenti che nel patrimonio.

Gli asiatici possiedono una ricchezza che ammonta al 39%, pari a 1.120 miliardi di dollari. Nel 2017, inoltre, sono passati da 318 a 373: 55 in più rispetto alla rilevazione precedente. Il tasso di crescita nella regione APAC - si legge nel rapporto - è stato del 32%.

“I miliardari asiatici sono giovani e incontenibili. Trasformano continuamente le loro aziende, sviluppano nuovi modelli di business ed entrano rapidamente in nuovi settori,"

spiega Paolo Federici, UBS Global Wealth Management Italy Market Head, che commenta così il report:

“si sono in gran parte fatti da sé e sono determinati a sfruttare uno dei momenti migliori nella storia per la nuova imprenditorialità e a contribuire a un cambiamento positivo della società”.

A trainare il settore tecnologico

In America del Nord e del Sud, la crescita della ricchezza, pari al 12% (3.600 miliardi di dollari), è stata più lenta rispetto al tasso globale, ma è qui che continua a registrarsi la maggiore concentrazione di denaro in mano ai privati, proveniente soprattutto dal settore hi-tec.

I miliardari europei, invece, si piazzano a quota 629 – il 29% della popolazione di miliardari mondiale - in crescita del 7%. Grazie alla valuta, il loro patrimonio è cresciuto del 17% pari a 2,5 miliardi di dollari. Il 60% degli straricchi europei è formato da self made man. Anche in Italia, il volume di ricchezza dei miliardari è cresciuto del 12%, raggiungendo, come abbiamo già detto, 170 miliardi di dollari.

Un anno interessante il 2017, che ha visto il più alto livello di patrimoni miliardari mai raggiunto nella storia. Questo - come spiegano nel rapporto - è dovuto soprattutto alle innovazioni tecnologiche, che hanno avuto il potere di distruggere le vecchie industrie e crearne di nuove.

“Stiamo assistendo a una nuova ondata di imprenditorialità a livello globale, guidata da miliardari all’avanguardia nell’innovazione”,

ha aggiunto Federici.

“Oltre a creare posti di lavoro e prosperità, le loro iniziative hanno un impatto che va al di là dell’economia. Sta emergendo, infatti, una nuova generazione che vede un’opportunità nelle principali sfide ambientali e sociali alle quali l’umanità deve far fronte.”

Giunto alla sua quinta edizione, Billionaires Insights analizza i dati dei clienti e informazioni di UBS e PwC. L’intento è quello di offrire un quadro completo sui miliardari di tutto il mondo.

Iscriviti alla newsletter

Condividi questo post:

Commenti:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.