Pirelli sparirà dalla Borsa: Marco Polo si appresta ad assorbirla

Dopo l’OPA chiusa ieri, Marco Polo arriva a quasi l’87% della proprietà di Pirelli. Il marchio italiano sarà assorbito dalla holding cinese dopo 93 anni nella Borsa italiana.

Il marchio Pirelli potrebbe sparire dalla borsa italiana nei prossimi giorni, l’OPA si è chiusa ieri con il 54,07% delle azioni Pirelli oggetto di offerta e l’offerta di acquisto sarà aperta di nuovo entro il mese corrente.

La società Marco Polo Industrial Holding (Bidco) è arrivata a possedere così l’86,982% delle azioni Pirelli, con l’obiettivo di arrivare al 90% del capitale.
Il raggiungimento di questo target farebbe scomparire del tutto il marchio Pirelli dai mercati finanziari.

Pirelli & C. SpA è la conosciutissima azienda italiana produttrice di pneumatici quotata nella Borsa di Milano dal 1922. Dopo 93 anni il marchio Pirelli si appresta ad essere assorbito del tutto da Marco Polo Industrial Holding (Bidco), controllata per il 65% dalla cinese ChemChina e per il 35% da Camfin, azienda italiana di proprietà di Marco Tronchetti Provera, Intesa Sanpaolo e Unicredit.

Fusione Pirelli-Bidco, le ultime fasi

L’offerta ha avuto adesioni che hanno portato Bidco a detenere quasi il 90% del capitale, qualora questa soglia fosse raggiunta la holding cinese sarebbe obbligata ad acquistare anche la quota residuale, con il risultato di far sparire Pirelli dai listini azionari.

Il prossimo 21 ottobre l’offerta pubblica di acquisto (OPA) sarà riaperta per altri cinque giorni lavorativi, ma anche se non fosse raggiunto il 90% della quota il destino di Pirelli sembra segnato. Con tutta probabilità, infatti, l’assemblea Pirelli si esprimerebbe comunque a favore della fusione con Bidco.

Che ne sarà delle azioni Pirelli?

La Marco Polo Industrial Holding è in procinto di assorbire per intero la Pirelli & C. SpA e la sparizione del titolo Pirelli avverrà contestualmente all’acquisto di tutte le azioni in circolazione. Il 20 ottobre è la data in cui avrà luogo il pagamento di quanto dovuto ai possessori delle azioni ordinarie Pirelli, al prezzo di 15 euro per ogni azione.

Il 3 novembre sarà pubblicato il comunicato contenente i risultati finali dell’offerta e, anche qualora una quantità superiore al 2% delle azioni rimanesse in possesso degli attuali azionisti, Bidco non avrebbe comunque intenzione di ripristinare le condizioni per il regolare andamento delle contrattazioni in borsa di Pirelli.

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza

Argomenti:

Cina Italia Pirelli

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.