Piazza Affari chiude in netto calo a -3%. FCA sospesa su effetto Volkswagen

Borse Europa in rosso. Maglia nera per Francoforte (-3,8%). A Piazza Affari trascinano il Ftse Mib al ribasso Fiat Chrysler, sulla scia del caso Volkswagen e i titoli del settore del bancario. Performance positiva solo per Inwit.

Archiviano in rosso le principali borse europee la seduta di martedì. Su Piazza Affari il Ftse Mib cede il 3,3% a 21.032 punti. Seduta negativa anche per Francoforte con il DAX che arretra del 3,8% e Parigi con il CAC a -3,4%. Il Ftse 100 londinese perde il 2,5% (ore 18:00).

Borsa Milano in rosso. FCA sospesa dal listino su scia Volkswagen

Seduta negativa, sin dall’avvio di stamattina, per i titoli del comparto energetico con Enel che perde oltre il 4% ed Eni che registra un calo superiore al 3%. Risulta tuttavia smentita dal Governo, l’ipotesi finora accreditata secondo cui sarebbe stata proposta un’imposta ad hoc per gli utili delle società italiane del comparto energetico, come riferisce Reuters.
Tra i peggiori performer di Piazza Affari c’è Fiat Chrysler, che sconta pesantemente le perdite di Volkswagen della seduta di ieri e oggi, perdendo oltre il 6%. Il titolo è stato infatti, sospeso dal listino per eccesso di calo.
Accelerano le vendite nella seduta di martedì anche i bancari, che appesantiscono il Ftse Mib con cali significativi: Banco Popolare e MPS lasciano sulla piazza fino al 5%.
L’unico a muoversi in controtendenza rispetto al listino è Inwit che chiude in finale di seduta con un rialzo dell’1,4%.

Borse UE in netto calo, pesa il caso Volkswagen

I listini europei registrano un andamento negativo nella giornata odierna con perdite pesanti soprattutto per la borsa di Francoforte che cede il 3,8%.
A penalizzare l’azionario europeo sono le vendite sui titoli del comparto minerario dopo l’ulteriore discesa delle quotazioni del rame sulla scia delle preoccupazioni per una sovrapproduzione della commodity.
Si estendono i sell-off anche sul settore automotive, dopo la vicenda Volkswagen emersa nella seduta di ieri. Dopo il crollo del titolo del colosso automobilistico tedesco, che ieri, sui timori di una potenziale multa del valore di 18 mld di dollari ha lasciato sul terreno oltre il 19%, il sentiment peggiora: anche la Corea del Sud avrebbe infatti deciso di indagare sulle emissioni truccate di casa Volkswagen.
Sullo sfondo del ribasso delle borse europee restano i timori per il rallentamento dell’economia mondiale sulla scia delle precedenti sessioni. Non incoraggia nemmeno Wall Street (-1,4% ore 16:00 italiane) in avvio di seduta.

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

\ \