Manchester City fuori dai campionati europei per due anni per illeciti finanziari

La UEFA ha escluso il Man City dalla Champions League per violazione del Fair Play Finanziario

Manchester City fuori dai campionati europei per due anni per illeciti finanziari

Dopo il Regno Unito, anche il Manchester City esce dall’Europa - seppure per soli due anni. Tegola pesantissima sul club inglese: la UEFA ha deciso la sua esclusione per due anni dalla Champions League per “serie violazioni” delle norme finanziarie. Al cartellino rosso è stata aggiunta una multa da 30 milioni di euro.

Manchester City, niente Champions per 2 anni

Niente Champions per i Citizens per le stagioni 2020/2021 e 2021/2022. L’attuale campione della Premier League è accusato di aver violato le regole sulle licenze della UEFA e le regolazioni sul Fair Play Finanziario (FFP). La squadra avrebbe gonfiato i ricavi delle sponsorizzazioni per cinque anni, dal 2012 al 2016.

Il City si è dichiarato molto deluso e con tutta probabilità presenterà ricorso contro la sentenza che gli vieta di partecipare nei tornei europei fino alla stagione 2022-2023. L’inchiesta è stata aperta ufficialmente dalla UEFA l’anno scorso, ma il caso era scoppiato ormai due anni fa.

Secondo Forbes, il Manchester City è la quinta squadra di calcio per valore finanziario, con 2.7 miliardi di dollari. La squadra è controllata da City Football Group, una holding di Abu Dhabi United Group di proprietà del vice primo ministro degli Emirati Arabi Uniti, lo sceicco Mansour bin Zayed al Nahyan (che ha un patrimonio da 22 miliardi di dollari).

Manchester City ha violato il Fair Play Finanziario

Il caso, secondo Football Leaks, ruota attorno a un contratto da 68 milioni di sterline con Etihad Airlines, che il club avrebbe spacciato per sponsorizzazione esterna quando, in realtà, 60 milioni sarebbero stati versati proprio dal fondo dello sceicco.

Il Manchester City è deluso ma non sorpreso dall’annuncio della UEFA”, ha detto il club in un comunicato. Il Man City ha anche pesantemente criticato il processo investigativo, affermando che l’indagine era “fallace” e quindi “c’erano pochi dubbi sul suo risultato”.

Il club ha già annunciato che farà ricorso presso il Tribunale Arbitrale dello Sport di Losanna. Nel caso lo stop dovesse però concretizzarsi, sarebbe ancora più probabile l’addio dell’allenatore Pep Guardiola.

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza per ricevere le news su Manchester City

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.