LSE Group: ex Goldman Sachs alla guida della società, cresce schiera ex banchieri ai vertici di importanti istituzioni

Da Monti a Draghi: ecco tutti gli ex della banca d’affari più potente al mondo che hanno lavorato per istituti europei e governi

LSE Group: ex Goldman Sachs alla guida della società, cresce schiera ex banchieri ai vertici di importanti istituzioni

Il London Stock Exchange Group, che controlla anche Borsa Italiana Spa, ha nominato David Schwimmer nel ruolo di nuovo amministratore delegato. Schwimmer, 49 anni, ha alle spalle una carriera ventennale nella banca d’affari statunitense Goldman Sachs dove è stato il capo globale del market structure e dell’investment banking nel settore minerario.

L’ex Goldman Sachs inizierà il nuovo incarico a partire dal primo agosto prossimo. L’arrivo a Londra di Schwimmer mette fine alla lunga ricerca del LSE Group per il successore dell’ex Ad Xavier Rolet, uscito lo scorso novembre e sostituito ad interim da David Warren. Quest’ultimo ricoprirà il ruolo di direttore finanziario con l’ingresso del nuovo Ad.

Schwimmer non avrà un compito facile all’interno del London Staock Exchange visto che il suo predecessore durante gli anni alla guida del gruppo (è diventato CEO nel 2009) ha fatto sestuplicare il valore del titolo da circa 800 milioni a 14 miliardi di sterline (16,2 miliardi di euro), portando la Borsa di Londra a diventare la più grande clearinghouse (società di compensazione delle transazioni finanziarie) al mondo.

Come abbiamo scritto, il manager scelto da LSE proviene da Goldman Sachs dove ha lavorato per più di 20 anni. Non è la prima volta che un’istituzione finanziaria di interesse pubblico (benché privata) assume un ex banchiere d’affari, nello specifico Goldman Sachs, per ricoprire ruoli chiave all’interno del proprio board. Vediamone alcuni esempi recenti.

Ecco tutti gli ex Goldman Sachs alla guida di istituzioni europee

La lista è lunga e un articolo soltanto potrebbe non bastare. Dal punto di vista italiano sono tanti, tantissimi gli ex Goldman Sachs ora al comando di importanti istituti.

Il nome più blasonato di tutti, infatti, è senza dubbio quello di un italiano oggi al comando della Banca Centrale Europea: Mario Draghi. L’attuale capo dell’Eurotower è stato nella banca d’affari dal 2002 al 2005, ricoprendo il ruolo di vicepresidente e membro del Management committee worldwide. Secondo alcune fonti Draghi avrebbe guadagnato 10 milioni di euro l’anno nell’esperienza alla banca d’affari statunitense.

Un altro illustre esempio di ex funzionario Goldman è Mario Monti, capo del Governo italiano negli anni 2011-2013. Dal 2005 Monti è stato International advisor da Goldman Sachs e più precisamente membro del Research Advisory Council del Goldman Sachs Global Market Institute.

Tornando a parlare di Borsa Italia, quando già la società di gestione del mercato azionario italiano faceva parte del LSE Group, nel 2011 è stato eletto Massimo Tononi alla presidenza. Tononi fino al 1993 ha lavorato presso l’ufficio londinese della Goldman Sachs, occupandosi soprattutto di fusioni e acquisizioni tra imprese. Dopo aver affiancato Romano Prodi nella seconda esperienza del Professore alla guida dell’IRI, nel 1994 tornò alla Goldman Sachs, di cui era diventato partner managing director. Più recentemente, nell’aprile 2016 è entrato a far parte del Consiglio di amministrazione di Quaestio Capital Management SGR, la società che gestisce i fondi Atlante e Atlante 2.

Molti altri uomini della banca d’affari hanno ricoperto incarichi politici ed economici di altissimo livello: basti pensare a Robert Rubin (sottosegretario al Tesoro Usa ai tempi di Clinton). Oppure a Lucas Papademos, primo ministro della Grecia (2011-2012) e in precedenza vicepresidente Bce (2002-2010) e presidente della Banca centrale di Atene (dal 1994 al 2002). Altri due nomi di peso: Petros Christodoulos, ex trader Goldman Sachs a Londra e principale amministratore del debito greco; Otmar Issing, ex membro del direttorio Bundesbank ed ex capo economista Bce; infine Peter Sutherland, tra i responsabili del salvataggio dell’Irlanda.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su London Stock Exchange

Condividi questo post:

Commenti:

Prova gratis le nostre demo forex

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Potrebbero interessarti

Ufficio Studi Money.it -

Analisi indici: FTSE 100 rimbalza su supporto statico a 7.600 punti in attesa della BOE

Analisi indici: FTSE 100 rimbalza su supporto statico a 7.600 punti in attesa della BOE

Commenta

Condividi