I marchi di lusso vanno a ruba su TikToK, la social app più scaricata del mondo

I brand del fashion storicamente sono stati più lenti ad adottare le nuove tendenze, ma sono sempre più spesso disposti a scommettere su piattaforme innovative e dai pubblici trasversali, come TikTok, che spopola tra i teenager

I marchi di lusso vanno a ruba su TikToK, la social app più scaricata del mondo

Il social network di condivisione video TikTok ha ormai superato i 40 milioni di utenti attivi ogni giorno in tutto il mondo. I dati raccolti da Learnbonds.com indicano che a gennaio 2020, TikTok contava precisamente 41,27 milioni di utenti attivi giornalieri su entrambe le piattaforme iOS e Android a livello globale. Nel 2019 gli utenti mensili della piattaforma si aggiravano intorno ai 500 milioni.

TikTok è popolare tra gli adolescenti

Un pubblico interessante e coinvolto quello di TikTok, un’applicazione mobile che consente agli utenti di pubblicare brevi video, di solito della durata di 15 o 60 secondi, che comprendono balletti, mini-sketch comici, parodie musicali o lip-sync.

Molto popolare tra gli adolescenti di tutti i generi, conta una presenza in 155 Paesi e 75 lingue. TikTok, inoltre, è al secondo posto tra le app più scaricate del 2019 (prima tra quelle social) superata solamente dall’app di messaggistica istantanea WhatsApp.

La start up più forte del mondo

La cinese Bytedance, che nel 2017 ha fuso TikTok (allora non molto conosciuta) con Musical.ly, un’app di sincronizzazione video-audio, oggi è la startup più forte del mondo, valutata quasi 100 miliardi di dollari. Oltre a TikTok, l’azienda controlla anche Toutiao, che può essere definito come una sorta di Google News cinese.

La nuova casa dei brand fashion

Risalendo alla fine del 2018 si trovano esempi dei primi marchi di moda che hanno iniziato ad aggiungere la piattaforma al loro social marketing mix, come Calvin Klein e Ralph Lauren. Quest’anno, l’ondata di fashion brand che hanno scommesso su TikTok è raddoppiata come Prada, Alice + Olivia, Dolce & Gabbana, Tory Burch, Burberry e Missoni.

«I marchi di lusso erano soliti osservare le tendenze dall’esterno prima di decidere di abbracciarle, recuperando a posteriori il ritardo»

Questo il commento di Kristin Maverick, vice presidente social e influencer marketing dell’agenzia pubblicitaria 360i, parlando al fashion magazine Glossy.

«Oggi siamo in un’epoca diversa, in cui gli smart marketer non vogliono essere gli ultimi a muoversi. Questi marchi hanno visto il successo di altre piattaforme come Snapchat, Twitter, Instagram e Facebook e sanno che si corrono più rischi a rimanere indietro piuttosto che il contrario».

La chiave è negli influencer

Un passo facile e di transizione per alcune aziende è stata la collaborazione con influencer e creatori di contenuti nativi di TikTok. Durante l’ultima settimana della moda milanese, ad esempio, l’influencer quindicenne Charli D’Amelio, che vanta 28 milioni di follower, si è presentata alla sfilata di Prada per catturare i contenuti per i suoi seguaci.

Ha postato sette video con Prada e ha taggato il marchio in cinque di questi post. Il suo post migliore per Prada ha ricevuto ben di 5,7 milioni di likes, 64.300 azioni di condivsione e 36,8 milioni di visualizzazioni.

Charli D’Amelio, influencer da 28 milioni di follower su TikTok

Strategie a basso rischio

Prada ha un account TikTok, e già circa 100.000 seguaci finora, ma non ha ancora pubblicato nulla sulla sua pagina. L’azienda ha preferito fare una mossa più cauta, affidandosi a D’Amelio per creare interesse intorno alla griffe.

Una strategia intelligente da parte di Prada che, prima di lanciarsi nella creazione di contenuti TikTok, ha trasferito l’onere di farlo a chi già opera sulla piattaforma. Un test molto efficace per decidere se creare un team TikTok dedicato o meno. Altri marchi, invece, come Alice + Olivia, sono un po’ più attivi sulla piattaforma e hanno già iniziato a proporre contenuti nativi.

Come si pagano gli influencer su TikTok?

Non è ancora chiaro quanto questi influencer siano pagati dai brand del fashion, sono numerosi e tutti con caratteristiche diverse, ma si tratta sicuramente di una cifra destinata a crescere man mano che la piattaforma si popolerà di nuove firme interessate alla sua audience.

I marchi di lusso tendono a “pagare” usando i propri costosissimi prodotti e fornendo l’accesso a eventi esclusivi, ma se i TikTokers sono soprattutto giovani in cerca di fama, c’è già chi ha già un nutrito numero di follower e ha provveduto a farsi affiancare da agenzie più o meno importanti.

Sono queste ultime che gestiscono le trattative sul piano finanziario e non si accontentano certamente di una borsetta griffata in cambio di preziosi like e visualizzazioni. Oggi, tutti parlano di influencer, ma la comprensione del ROI rimane ancora una zona grigia di questo ecosistema.

Social commerce

La tendenza di coinvolgere gli influencer sta avendo un impatto reale nel guidare gli acquisti, soprattutto degli utenti Gen Z e Millennial (di età compresa tra i 14 e i 34 anni). Sia Instragram sia TikTok hanno recentemente spinto di più nel commercio - Instagram con Instagram Shopping e TikTok con il test del social commerce a partire dal novembre 2019.

E anche se la formula “see-now-buy-now” ha già visto un’esplosione di consensi, ci potrebbero essere molte ulteriori opportunità da cogliere negli anni a venire per i brand del fashion su queste piattaforme.

Il rapporto tra influencer e consumatori

Un nuovo rapporto sulle tendenze, «The Culture of Influence», pubblicato da Cassandra, società di ricerca di ENGINE, che studia le tendenze dei giovani consumatori, rivela le caratteristiche e le strategie chiave che guidano la relazione tra influencer e consumatori e come queste si riflettano sul comportamento d’acquisto. I giovani consumatori che seguono gli influencer in una certa categoria hanno anche maggiori probabilità di fare acquisti in quella categoria.

Ma cosa guida la decisione di acquisto? Il report rivela che quando si decide di seguire un influencer, l’89% pensa che sia importante che l’influencer sembri una persona autentica e simpatica, che non stia solo cercando di vendere qualcosa (86%) e che migliori la loro giornata o il loro umore (86%). Un altro 85% ritiene importante che gli influencer cerchino di rendere il mondo un posto migliore e che siano il tipo di persone che vorrebbero frequentare.

Iscriviti alla newsletter Tecnologia per ricevere le news su TikTok

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories