Borse asiatiche positive, in Cina nuovo stimolo dalla PBOC. Male il manifatturiero

La banca centrale in Cina taglia il coefficiente di riserva, il nuovo stimolo spinge il rialzo dei mercati e offusca il risultato negativo degli indici PMI del manifatturiero.

Le borse asiatiche hanno recuperato rapidamente i ribassi di inizio martedì volando in territorio positivo, sostenute da un nuovo stimolo monetario della Cina - con il taglio del coefficiente di riserva obbligatoria - e dai nuovi dati sul settore manifatturiero e dei servizi cinese al di sotto delle aspettative, che alimentano la speranza di ulteriori misure di stimolo.

Dopo aver toccato i minimi di 15 mesi lunedì, il mercato cinese e la maggior parte dei listini asiatici digeriscono positivamente la decisione a sorpresa da parte della banca centrale cinese di tagliare il reserve requirement ratio (RRR) di 50 punti base per liberare la liquidità nell’economia del Paese.
Gli investitori spingono al rialzo i listini, offuscando i risultati negativi degli indicatori del settore manifatturiero cinese.

Cina: borse in rialzo ma il manifatturiero continua a scendere

Lo Shanghai Composite Index è in rialzo dell’1.3% e il CSI300 mostra un aumento dell’1.6%.

Il report ufficiale pubblicato dal Governo cinese sul Calendario Economico mostra che il settore manifatturiero in Cina è in decrescita per il settimo mese consecutivo a febbraio, più di quanto atteso dal consensus del mercato, mentre il settore dei servizi cresce al ritmo più lento di fine 2008.

Il market mover è sceso a 49.0, peggio delle previsioni a 49.3 e del risultato precedente a 49.4. Il PMI dei servizi è sceso invece a 52.7, dal risultato di gennaio a 53.5.

Anche gli indici PMI degli istituti privati Caixin/Markit mostrano un ribasso, mancando sia le attese degli analisti che il risultato del mese scorso.
L’indice ha toccato i minimi di 5 mesi a 48.0 a febbraio, in ribasso dal risultato del mese scorso a 48.4.

Nuovo stimolo in Cina, PBOC taglia il coefficiente di riserva

Nella giornata di lunedì la People’s Bank of China - la banca centrale della Cina - ha annunciato sul proprio sito internet il taglio di 50 punti base del coefficiente di riserva obbligatoria (reserve requirement ratio), ovvero il denaro che le banche devono detenere come riserva.

Lo stimolo monetario all’economia da parte della PBOC prosegue a causa della deludente performance del Paese e della presenza persistente dei rischi ribassisti sulla crescita.

Il taglio del RRR offre nuovo supporto alle borse asiatiche e dovrebbe continuare ad sostenere il sentiment nel breve termine.

La decisione della Cina, associata ad un possibile taglio di produzione del petrolio di OPEC e Stati Uniti e all’impegno dell’Arabia nel limitare la volatilità del mercato, hanno offerto una spinta rialzista al prezzo del petrolio, facendogli segnare il primo mese di rialzo dopo quattro mesi consecutivi di discese.

Giappone: spesa consumatori in calo, resistono Nikkei e yen

Il Nikkei ha ritracciato le perdite, ora in rialzo dello +0.37%.
Prima dell’apertura del mercato, il Giappone ha pubblicato una serie di market mover dal risultato contrastato. La spesa delle famiglie a gennaio è scesa al 3.1% anno su anno, oltre le aspettative del mercato per una discesa del 2.7%. Mentre il tasso di disoccupazione di gennaio è sceso meno del previsto al 3.2%.

Lo yen è riuscito a mantenere la sua forza contro il dollaro in area 112. Il cambio USD/JPY è in leggera flessione dello 0.12% a quota 112.53.

Australia: RBA lascia i tassi invariati

L’australiano S&P/ASX 200 ha chiuso in rialzo di 41.37 punti (+0.85%)
La Reserve Bank of Australia ha deciso di mantenere i tassi di interesse invariati ai minimi record del 2%, mossa ampiamente prevista dagli analisti. Il dollaro australiano non ha avuto una reazione immediata significativa contro il dollaro USA, ma sta continuando ad acquistare forza nelle ultime ore: il cambio AUD/USD è in rialzo dello 0.67% a 0.7190, da quota 0.7122 registrata prima della pubblicazione della decisione della RBA.

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza per ricevere le news su PBOC - Banca Centrale della Cina

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.