Analisi tecnica e Grafico: Dollaro Australiano Dollaro USA

Pubblicato il 7 agosto 2018

Analisi tecnica e grafico Dollaro Australiano Dollaro USA
Valori
Ultimo prezzo 0,743
Variazione 0,58%
Max (52 settimane) 0,8136
Min (52 settimane) 0,73
Indicatori
MM200 0,77
RSI 14 52,00
MACD -0,001
Performance
1 settimana 0,08%
1 mese -0,50%
3 mesi -1,16%

Analisi tecnica forex: AUD/USD pronto per il breakout?

La compressione grafica del cambio valutario AUD/USD sembra al termine, sarà importante monitorare la price action sui livelli resistenziali dinamici

Le quotazioni del cambio AUD/USD, all’interno di una fase di compressione di volatilità da fine giugno scorso, ora si trovano al di sotto di due importanti trendline ribassiste: una di lunghissimo periodo visibile collegando i massimi segnati a metà febbraio, a metà marzo, nel mese di aprile e per ultimo nella prima settimana di giugno; l’altra di breve termine che conta i massimi toccati più recentemente ovvero nella prima decade di luglio a 0,7471 dollari e il 25 luglio a 0,7466 dollari.

Questi livelli dinamici sono i livelli che dovranno essere rotti chiaramente dai prezzi per poter vedere l’Aussie tornare ai massimi in area 0,7677 dollari, massimo di swing della tendenza ribassista di lungo periodo segnato lo scorso giugno.

La trendline ascendente che forma questa figura di compressione è visibile collegando i minimi di breve termine segnati nei primi giorni e nell’ultima decade di luglio, rispettivamente a 0,7310 e 0,7319 dollari.

L’area di prezzi sulla quale si appoggia questa figura di compressione è inoltre un supporto statico importante che ha invertito il corso dei prezzi già nel mese di maggio dell’anno scorso.

Sul time-frame weekly le candele presentano delle code inferiori che indicano una pressione più rialzista che ribassista all’interno di questa figura di compressione. Per questo motivo e per la significatività del supporto statico si vuole privilegiare un’operatività di tipo rialzista, anche se come già detto precedentemente i corsi dell’Aussie non avranno vita facile a causa delle resistenze dinamiche ormai prossime.

Una chiusura decisa e positiva al di sopra della trendline resistenziale di breve termine potrebbe favorire l’ingresso di nuove forze rialziste le quali potrebbero incrementare la forza dei tori per il decisivo breakout della trendline di lungo periodo.

Al contrario nel caso di una rottura ribassista di questa fase di compressione dei prezzi, il cambio AUD/USD avrebbe spazio di manovra fino al prossimo supporto chiave identificabile in area 0,7164 dollari.

SCENARIO LONG

Long da 0,7444 con stop loss fissato a 0,7385, target intermedio 0,7500, target finale 0,7670.

SCENARIO SHORT

Short da 0,7330 con stop loss fissato a 0,7415, target intermedio a 0,7250, target finale 0,7164.

Iscriviti ora alla newsletter di Money.it

Scopri le ultime analisi e notizie dal mondo dell’economia, della finanza e del Forex.