Analisi tecnica e Grafico: EUR/AUD (Euro/Dollaro australiano)

Pubblicato il 23 agosto 2018

Analisi tecnica e grafico EUR/AUD (Euro/Dollaro australiano)
Valori
Ultimo prezzo 1,57781
Variazione 0,01%
Max (52 settimane) 1,61915
Min (52 settimane) 1,48
Indicatori
MM200 1,57
RSI 14 58,81
MACD -0,002
Performance
1 settimana -0,70%
1 mese 0,39%
3 mesi -1,95%

Analisi tecnica Forex: EUR/AUD approccia un’importante area di resistenza, riusciranno i tori a tenere il timone del rialzo?

Le quotazioni del cross EUR/AUD sono giunte all’area di resistenza compresa tra 1,5800 e 1,5880 che, se superata, potrebbe portare la moneta unica ad aumentare in maniera importante nei confronti della divisa australiana

Le ultime tre sedute hanno visto il cambio EUR/AUD apprezzarsi dell’1,25%, con i prezzi che dopo aver sostato per tutta la prima metà di agosto sul supporto a 1,5600 lasciato in eredità dai minimi del 13 febbraio 2018, sono riusciti a trovare lo slancio per portarsi a ridosso dei livelli di resistenza a 1,5808.

Tale livello è risultato un forte ostacolo per il cross che dal 25 luglio scorso, a dispetto dei numerosi test, non è riuscito a chiudere una seduta sopra di esso. Risulta ora importante osservare l’andamento di EUR/AUD nella zona di prezzi tra 1,5800 e 1,5882: se i corsi dovessero riuscire a superare tale area allora si potrebbe assistere ad un ulteriore rafforzamento del cross valutario, che potrebbe andare a rompere la linea di tendenza che collega i massimi del 29 marzo 2018 a 1,6191 con quelli del 25 aprile 2018 a 1,6141.

Se al contrario i prezzi dovessero reagire negativamente a ridosso dell’area resistenziale indicata, sarebbe una buona occasione per le forze ribassiste di riportare le quotazioni verso il supporto statico a 1,5600.

Occorre quindi prestare attenzione alla price action che si svilupperà nelle prossime sedute, se le quotazioni dovessero arrivare in area 1,5880, con una volatilità superiore a quella vista fino ad ora, si potrebbe privilegiare un’operatività di tipo rialzista ma solo nel caso di una chiusura sopra 1,5890. Tale strategia avrebbe stop loss sotto area 1,5690, primo obiettivo a 1,6090 e obiettivo finale a 1,6120.

Viceversa, se sul grafico giornaliero i corsi dovessero iniziare a formare candele con corpo ristretto e lunghe ombre superiori si potrebbe privilegiare un’operatività di tipo ribassista con punto di entrata a 1,5880, stop loss a 1,5950, primo obiettivo a 1,5720, obiettivo in area 1,5700.

SCENARIO LONG

Long da 1,5890 con stop loss fissato a 1,5687, primo obiettivo a 1,6090, obiettivo finale a 1,6120.

SCENARIO SHORT

Short da 1,5880 con stop loss fissato a 1,5950, primo obiettivo a 1,5720, obiettivo finale a 1,5700.

Iscriviti ora alla newsletter di Money.it

Scopri le ultime analisi e notizie dal mondo dell’economia, della finanza e del Forex.