Spread e Borsa Italiana: l’impatto di Moody’s

Cristiana Gagliarducci

22/10/2018

22/10/2018 - 12:18

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Lo spread Btp-Bund e la Borsa Italiana oggi sotto la lente dopo il declassamento di Moody’s

Lo spread Btp-Bund e la Borsa Italiana oggi di nuovo sotto la lente degli osservatori dopo il declassamento dell’Italia da parte di Moody’s.

Le decisioni dell’agenzia di rating sono state comunicate nella tarda serata di venerdì 19 ottobre a scambi conclusi.

Per questo l’odierna reazione dei mercati è stata attentamente monitorata dagli osservatori, sin dalle prime ore del mattino. Lo spread Btp-Bund e la Borsa Italiana con le sue banche cercheranno di hanno reagito positivamente a Moody’s e alla sua decisione di declassare l’Italia a un gradino sopra il rating «spazzatura».

Spread Btp-Bund e Borsa Italiana: l’avvio di sessione

Esattamente come previsto dal consensus, la reazione dei mercati al declassamento di Moody’s è stata più che positiva. Nei primi minuti di contrattazioni il FTSE MIB ha messo a segno rialzi superiori all’1,7% sostenuto in particolar modo da Ferragamo, FCA (dopo l’ufficializzata vendita di Magneti Marelli), Banco BPM, Ubi Banca e BPER.

Al momento della scrittura tra le migliori di Piazza Affari troviamo ancora:

  • Salvatore Ferragamo : +7.90%
  • FCA: +4.98%
  • Exor: +2.32%
  • Telecom Italia: +1.52%
  • Buzzi Unicem: +1,35%

Sempre in avvio di sessione, poi, lo spread Btp-Bund è immediatamente crollato sotto la soglia dei 300 punti base, ma al momento della scrittura sta scambiando sui 303, ancora in calo di oltre il 5%. Il rendimento del decennale italico sta scendendo di oltre il 7% su quota 3,48%.

La reazione dei mercati al declassamento di Moody’s era stata già ampiamente prevista dagli esperti. L’agenzia di rating, infatti, ha scelto di tagliare il giudizio sull’Italia a Baa3 (da Baa2) ma ha altresì parlato di un outlook stabile cosa che, secondo gli osservatori sarebbe bastata a rassicurare gli investitori.

“Questa è stata la mossa più delicata possibile e sarà un sollievo per gli investitori”,

aveva commentato Ciaran O’Hagan di Societe Generale.

Nonostante le previsioni positive, però, sia lo spread Btp-Bund che la Borsa Italiana e le sue banche sono finite di nuovo sotto la lente, soprattutto alla luce dei recenti dati di Bankitalia secondo cui gli investitori esteri stanno fuggendo a gambe levate dai titoli di Stato nostrani.

Tutti gli occhi saranno ora puntati sulle decisioni Standard&Poor’s che si pronuncerà nella giornata di venerdì. Stando alle indicazioni fino ad ora emerse è probabile che l’agenzia di rating sceglierà di mantenere la tripla B sul rating dell’Italia abbassando però l’outlook da stabile a negativo. Spread Btp-Bund e Borsa Italiana insomma saranno monitorati con attenzione non soltanto oggi, ma per l’intera settimana.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories
SONDAGGIO