Rottamazione liti fiscali: domanda online dal 9 agosto 2017. Ecco come fare

Rottamazione liti fiscali con l’Agenzia delle Entrate: domanda a partire da 9 agosto 2017 tramite la piattaforma online. Ecco come fare e scadenze per la presentazione.

Rottamazione liti fiscali: domanda online dal 9 agosto 2017. Ecco come fare

Rottamazione liti fiscali: domanda online a partire dal 9 agosto 2017, giorno in cui l’Agenzia delle Entrate ha reso disponibile l’applicativo per la trasmissione telematica delle istanza di adesione.

La definizione agevolata delle liti fiscali, introdotta dal DL 50/2017, consente di pagare l’importo oggetto di processo tributario con l’Agenzia delle Entrate al netto di sanzioni e interessi di mora: bisognerà presentare domanda entro la scadenza del 2 ottobre 2017 e di seguito vedremo come fare.

Per poter presentare domanda di adesione alla rottamazione delle liti fiscali bisogna essere in possesso di credenziali di accesso ai servizi Entratel o Fisconline, le due piattaforme dell’Agenzia delle Entrate mediante le quali sarà possibile inviare istanza di definizione agevolata.

Per i contribuenti che presenteranno domanda di adesione alla definizione agevolata delle liti fiscali, nel rispetto dei requisiti necessari per sanare le controversie con l’Agenzia delle Entrate, è prevista la possibilità di pagare l’importo dovuto al netto di sanzioni e interessi di mora, anche a rate per debiti superiori ai 2.000 euro.

Ecco come presentare domanda di rottamazione delle liti fiscali con l’Agenzia delle Entrate.

Rottamazione liti fiscali: domanda online dal 9 agosto 2017. Ecco come fare

Le domande di adesione alla rottamazione delle liti fiscali potranno essere presentate in modalità telematica anche accedendo all’applicazione online DCT messa a disposizione a partire dal 9 agosto 2017 sul sito dell’Agenzia delle Entrate.

Il servizio è disponibile per gli utenti Entratel o Fisconline che potranno compilare i modulo di domanda nella sezione “Servizi per > Richiedere”, utilizzando la funzione “Domanda definizione agevolata controversie tributarie pendenti” del portale dell’Agenzia delle Entrate.

La domanda dovrà essere inviata entro la scadenza del 2 ottobre 2017, scadenza che equivale anche al termine entro cui effettuare il pagamento dell’intera somma o dell’importo rateizzato se superiore ai 2.000 euro.

Si potrà inviare domanda anche tramite intermediari abilitati e presso gli Uffici territoriali dell’Agenzia delle Entrate ed inoltre si ricorda che per ciascuna controversia tributaria o singolo atto impugnato sarà necessario trasmettere un’apposita istanza.

Rottamazione liti fiscali: ecco quelle ammesse

La rottamazione delle liti fiscali è ammessa per le controversie tributarie in cui è parte l’Agenzia delle Entrate, pendenti in ogni stato e grado di giudizio - compreso quello in Cassazione e anche a seguito di rinvio - nelle quali il ricorso sia stato notificato entro il 24 aprile 2017, e per le quali alla data di presentazione della domanda il processo non si è concluso con pronuncia definitiva.

Restano escluse le liti di valore indeterminabile e, più in generale, quelle senza importi da versare, come, ad esempio, quelle relative al rifiuto alla restituzione di tributi.

Tutti i dettagli sono stati comunicati dall’Agenzia delle Entrate con provvedimento del 21 luglio e con la successiva circolare n. 22: la rottamazione delle liti fiscali prende ufficialmente in via, con la speranza - almeno per l’Erario - che abbia gli stessi risultati della rottamazione delle cartelle Equitalia.

Condividi questo post:

Iscriviti alla newsletter "Fisco" per ricevere le news su Rottamazione cartelle Equitalia

Iscrivendoti acconsenti al trattamento dei dati personali ai sensi del Dlgs 196/03.

Commenti:

Potrebbero interessarti

Guendalina Grossi -

Rottamazione bis cartelle 2017: ecco il nuovo modulo per presentare domanda

Rottamazione bis cartelle 2017: ecco il nuovo modulo per presentare domanda

Commenta

Condividi

Guendalina Grossi -

Rottamazione bis cartelle 2017: per le nuove domande bisogna aspettare

Rottamazione bis cartelle 2017: per le nuove domande bisogna aspettare

Commenta

Condividi

Anna Maria D'Andrea

Anna Maria D’Andrea

2 settimane fa

Rottamazione cartelle 2017, «maxi condono» anche per multe e tasse locali

Rottamazione cartelle 2017, «maxi condono» anche per multe e tasse locali

Commenta

Condividi