Riforma pensioni: Salvini si arrende, via libera al taglio alle pensioni d’oro

Per Salvini la Lega rispetterà il contratto di governo per la riforma delle pensioni: ok al taglio alle pensioni d’oro per avere mani libere sui migranti.

Riforma pensioni: Salvini si arrende, via libera al taglio alle pensioni d'oro

Cedere sulle pensioni d’oro per avere le mani libere sul tema dell’immigrazione. Un do ut des tipico delle alleanze di governo, con Matteo Salvini che ha dichiarato che la Lega rispetterà il contratto di governo anche in materia previdenziale.

Negli ultimi giorni infatti non pochi erano stati i dubbi del carroccio sul ricalcolo degli assegni superiori ai 4.000 euro netti, con un dossier elaborato da Alberto Brambilla (docente molto vicino a Salvini) che stroncava in pieno la misura proposta dai 5 Stelle.

Dopo l’irrigidimento di Luigi Di Maio che non ha gradito molto le titubanze leghiste, il via libera di Matteo Salvini dovrebbe aver sbloccato il tutto: la riforma delle pensioni del governo Conte quindi dovrebbe prevedere l’introduzione della Quota 100 e il taglio alle pensioni d’oro.

Ok al taglio alle pensioni d’oro

La fumata bianca è prevista per martedì, quando Matteo Salvini riunirà i parlamentari della Lega per parlare della legge di Bilancio da imbastire. Il ministro dell’Interno comunque ha stemperato le tensioni parlando di “un contratto da rispettare sulle pensioni”.

Questo però non vuol dire che il carroccio accetterà tout court la proposta di legge presentata dal deputato pentastellato Francesco D’Uva, visto che la Lega ha fatto intendere di stare ancora raccogliendo i dati in merito al taglio delle pensioni d’oro.

Per il Movimento 5 Stelle tutti gli assegni con un importo superiore ai 4.000 euro netti al mese dovranno essere ricalcolati con il metodo contributivo, producendo così risparmi per circa 500 milioni che saranno utilizzati per aumentare le pensioni minime da 450 euro a 750 euro.

Il dossier di Brambilla però ha evidenziato come il rischio di ricorsi per un provvedimento retroattivo sia molto alto, che i risparmi sarebbero di “soli” 300 milioni e che avrebbe penalizzato soprattutto i pensionati del Nord.

Da qui nascono i timori della Lega, che timidamente ha proposto un contributo di solidarietà da parte delle pensioni più alte verso quelle più basse per non andare a scontentare una fetta del suo storico bacino elettorale.

Alla fine per cause di forza maggiore il carroccio sembrerebbe aver ceduto alle pressioni dei 5 Stelle: di fronte a una possibile crisi di governo sulle pensioni, a fare un passo indietro questa volta sarà la Lega.

Con la legge di Bilancio da dover impostare a breve, Salvini abbozzando sulle pensioni avrebbe così una fiches da potersi giocare con gli alleati di governo. Con parte dei 5 Stelle scontenti sull’evolversi del problema immigrazione, il ministro dell’Interno potrebbe chiedere in cambio di avere mani libere sulla gestione della delicata questione.

La riforma delle pensioni quindi si dovrebbe fare, con la Quota 100 e il taglio delle pensioni d’oro. Come promesso prima del voto e nel contratto di governo la maggioranza cercherà di iniziare a superare la legge Fornero, anche se ancora resta da capire dove arriveranno le risorse necessarie.

Iscriviti alla newsletter "Lavoro" per ricevere le news su Pensioni d’oro

Condividi questo post:

Commenti:

Prova gratis le nostre demo forex

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Potrebbero interessarti

Alessandro Cipolla

Alessandro Cipolla

3 settimane fa

Riforma pensioni: salta la Quota 100 senza il taglio agli assegni d’oro?

Riforma pensioni: salta la Quota 100 senza il taglio agli assegni d'oro?

Commenta

Condividi

Alessandro Cipolla

Alessandro Cipolla

3 settimane fa

Tagli alle pensioni d’oro, la Lega ora frena i 5 Stelle. Di Maio furioso

Tagli alle pensioni d'oro, la Lega ora frena i 5 Stelle. Di Maio furioso

Commenta

Condividi

Simone Micocci

Simone Micocci

1 mese fa

A chi verrà ridotta la pensione? La proposta per il taglio degli assegni oltre i 4.000€

A chi verrà ridotta la pensione? La proposta per il taglio degli assegni oltre i 4.000€

Commenta

Condividi