Pensione a dicembre 2018: date, importi e bonus

Pensioni: a dicembre arriva la tredicesima (in alcuni casi con il bonus di 154€). Ecco quando verrà pagata.

Pensione a dicembre 2018: date, importi e bonus

A dicembre pensione “doppia”; come per i lavoratori, infatti, anche ai pensionati viene riconosciuta la tredicesima mensilità.

A differenza dei lavoratori dipendenti, però, per i pensionati la tredicesima non viene pagata in prossimità delle vacanze di Natale, bensì insieme al rateo della pensione.

Quindi, per capire quando arriva la pensione con la tredicesima basta consultare il calendario del 2018 con tutte le date di pagamento; a tal proposito ricordiamo che quest’anno la pensione viene pagata il primo giorno bancabile del mese, che differisce per coloro che hanno l’accredito alla Posta e per chi invece ha scelto il conto corrente bancario. Come vedremo di seguito, infatti, quest’ultimi dovranno attendere qualche giorno in più per ricevere l’assegno pensionistico.

Di seguito faremo chiarezza su quanto succederà sul fronte pensioni a dicembre, ultimo mese prima dell’entrata in vigore delle novità che nel 2019 andranno a modificare notevolmente il sistema previdenziale italiano (qui una guida in merito).

Pensione a dicembre con la tredicesima: quando viene pagata

Come anticipato, la tredicesima viene accreditata nello stesso giorno in cui avviene il pagamento della pensione. Come stabilito dalla Legge di Bilancio 2018, l’assegno previdenziale d’ora in avanti sarà pagato al primo giorno bancabile del mese.

In tal senso, però, c’è da fare una distinzione tra accredito alla banca e alle Poste: nel primo caso, infatti, sono giorni “bancabili” dal lunedì al venerdì, mentre nel secondo è compreso anche il sabato. Ovviamente, sono esclusi dai giorni bancabili tutti i festivi.

Questo significa che per chi ha l’accredito su conto corrente bancario la pensione viene pagata il primo del mese se questo coincide con un giorno compreso tra il lunedì e il venerdì non festivo; in caso contrario il tutto slitta al primo giorno utile successivo.

Vediamo quindi cosa succederà a dicembre: il 1° del mese è un sabato, quindi riceveranno pensione e tredicesima solamente coloro che la ritirano alla Posta. Come sottolineato in precedenza, infatti, per le Poste anche il sabato viene considerato come un giorno bancabile, quindi non ci sono impedimenti per procedere con l’accredito del rateo della pensione al quale si aggiunge poi la tredicesima mensilità.

Discorso differente invece per coloro che hanno l’accredito della pensione su conto corrente bancario; questi, infatti, dovranno attendere fino al lunedì successivo - 3 dicembre 2018 - per ricevere quanto gli spetta.

Quanto si prende di pensione a dicembre?

A dicembre, quindi, l’importo della pensione grazie alla tredicesima viene quasi raddoppiato. “Quasi” perché la tredicesima avrà un importo leggermente più basso rispetto al rateo della pensione.

La tredicesima, infatti, è tassata in maniera differente rispetto all’assegno previdenziale mensile dal momento che sull’importo lordo si applica direttamente l’aliquota Irpef prevista per lo scaglione finale di appartenenza.

Ad esempio, ad un pensionato con PAL di 20.000€ si applica la seguente tassazione Irpef:

  • rateo della pensione: 23% per i primi 15.000€, 27% sui successivi 5.000€.
  • tredicesima: sull’intero importo si applica un’aliquota del 27%.

Per questo motivo la tredicesima potrebbe essere leggermente più bassa della pensione di dicembre; ricordiamo, a tal proposito, che per calcolare l’importo - lordo - della tredicesima è necessario moltiplicare la pensione lorda mensile per il numero di mesi di pensionamento effettivo (nell’anno di riferimento), per poi dividere tutto per 12.

Bonus tredicesima 2018

Concludiamo ricordando che sulla tredicesima potrebbe essere anche applicato un bonus, ossia una maggiorazione di 154,94€. Nel dettaglio, il bonus tredicesima viene riconosciuto a coloro che hanno percepito una pensione con importo complessivo annuo inferiore al trattamento minimo annuo del Fondo pensioni lavoratori dipendenti.

Per averne diritto, quindi, il reddito del pensionato non deve superare i 6.751,40€; per percepire l’intero importo, però, la soglia è più bassa e pari a 6.596,46€.

Per coloro che invece si trovano all’interno della suddetta fascia di reddito (tra 6.596,46€ e 6.751,40€) il bonus della maggiorazione è pari alla differenza tra l’importo effettivamente percepito e il limite di 6.751,40€.

Iscriviti alla newsletter Lavoro e Diritti per ricevere le news su Pensione

Argomenti:

Pensione Tredicesima

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.