Banche e criptovalute: HSBC confessa interesse

Le criptovalute sempre più nel mirino delle banche. Anche HSBC ha rivelato il proprio interesse sul settore.

Banche e criptovalute: HSBC confessa interesse

Le banche sono sempre più interessate alle criptovalute.

A confermarlo oggi anche HSBC, che ha confessato la volontà di esplorare nuovi orizzonti tra cui, appunto, quello del denaro virtuale, non prima però di aver compiuto le adeguate analisi e indagini.

Per dirla con le stesse parole dell’istituto, insomma, le criptovalute potrebbero non essere ancora un investimento totalmente genuino, ma ciò non toglie che saranno in grado di diventarlo nel prossimo futuro.

Le dichiarazioni di HSBC non hanno avuto un impatto così imponente sull’andamento del comparto criptovalute eppure hanno rappresentato un altro piccolo passo verso l’istituzionalizzazione del fenomeno.

HSBC apre alle criptovalute ma con cautela

Non soltanto le criptovalute, ma anche e soprattutto la tecnologia blockchain che sta dietro al denaro virtuale ha suscitato l’interesse di HSBC, uno dei più grandi gruppi bancari al mondo, il primo in Europa.

“Esiste un caso d’uso quando si dispone di un token o di una valuta che è effettivamente utile per uno scopo particolare e serve a tale necessità. Ma è molto diverso se si tratta di pura speculazione: in questo momento non ci interessa affatto,”

ha affermato Josh Bottomley, Global Head of Digital di HSBC, il quale non ha però mancato di sollevare qualche perplessità legata in particolar modo all’eccesso di volatilità del settore criptovalute.

“Uno dei criteri che usiamo è valutare se una classe di asset si dimostra incredibilmente volatile. Per la stragrande maggioranza dei nostri clienti, ciò lo rende un veicolo di investimento o di risparmio inappropriato.”

Un’apertura, quella della banca, che sembra scontrarsi con quell’avvertimento lanciato dalla BoE qualche mese fa. L’istituto di Mark Carney, responsabile della politica monetaria britannica, ha raccomandato prudenza e ha cercato di mettere in guarda contro i rischi derivanti dalle criptovalute.

La speranza del comparto, ad oggi, è sempre la stessa: quella di ottenere finalmente il riconoscimento e la legittimazione tanto desiderati. L’interesse di HSBC è solo un altro piccolo passo in questa direzione.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Valute virtuali

Condividi questo post:

Commenti:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.