Conguaglio contributi 2018, istruzioni INPS per i datori di lavoro

Conguaglio contributi INPS 2018: istruzioni e scadenze per i datori di lavoro nella circolare pubblicata il 28 dicembre.

Conguaglio contributi 2018, istruzioni INPS per i datori di lavoro

Conguaglio contributi 2018: arriva come di consueto la circolare INPS con le istruzioni e le scadenze previste per i datori di lavoro.

La circolare n. 123 pubblicata il 28 dicembre 2018 relativa alle operazioni di conguaglio sulle retribuzioni corrisposte ai dipendenti fornisce le indicazioni in merito al calcolo dell’imponibile contributivo, anche in riferimento agli elementi variabili della retribuzione.

Il conguaglio dei contributi dovuti all’INPS potrà essere effettuato sia con la denuncia Uniemens di dicembre 2018 che con quella di gennaio 2019, con il relativo versamento da parte del sostituto d’imposta da effettuarsi entro la scadenza ultima del 16 febbraio 2019.

Conguaglio contributi 2018, istruzioni INPS per i datori di lavoro

La circolare INPS n. 123 pubblicata il 28 dicembre 2018 fornisce chiarimenti e precisazioni sulle operazioni di conguaglio di fine anno per i datori di lavoro privati non agricoli che utilizzano la dichiarazione contributiva Uniemens.

In particolare vengono illustrate le modalità di rendicontazione delle seguenti fattispecie:

  • elementi variabili della retribuzione, ai sensi del decreto del Ministro del Lavoro e della previdenza sociale 7 ottobre 1993 (di seguito, per brevità, DM 7.10.1993);
  • massimale contributivo e pensionabile, di cui all’articolo 2, comma 18, della legge n. 335/1995;
  • contributo aggiuntivo IVS 1%, di cui all’articolo 3-ter della legge n. 438/1992;
  • conguagli sui contributi versati sui compensi ferie a seguito della fruizione delle stesse;
  • “fringe benefits” esenti non superiori al limite di 258,23 euro nel periodo d’imposta (art. 51, comma 3, del TUIR);
  • auto aziendali ad uso promiscuo;
  • prestiti ai dipendenti;
  • conguagli per versamenti di quote di TFR al Fondo di Tesoreria;
  • rivalutazione annuale del TFR conferito al Fondo di Tesoreria;
  • gestione delle operazioni societarie.
Circolare INPS n. 123 del 28 dicembre 2018
Conguaglio di fine anno 2018 dei contributi previdenziali e assistenziali

Scadenza conguaglio contributi INPS 2018

Rimandando alla circolare INPS sopra allegata per le istruzioni nel dettaglio, si ricorda che i datori di lavoro possono effettuare le operazioni di conguaglio sugli stipendi erogati nel 2018 in due diverse scadenze:

  • con la denuncia di competenza del mese di “dicembre 2018” (scadenza di pagamento 16.1.2019);
  • con la denuncia di competenza di “gennaio 2019” (scadenza di pagamento 16.2.2019).

Considerato, inoltre, che dal 2007 i conguagli possono riguardare anche il versamento di quote di TFR al Fondo di Tesoreria e le misure compensative, le relative operazioni potranno essere inserite anche nella denuncia di “febbraio 2019” (scadenza di pagamento 16 marzo 2019), senza aggravio di oneri accessori.

Resta fermo l’obbligo del versamento o del recupero dei contributi dovuti sulle componenti variabili della retribuzione nel mese di gennaio 2019.

Per alcune categorie di dipendenti pubblici, ovvero per il personale iscritto al Fondo Pensioni per le Ferrovie dello Stato e al Fondo di quiescenza ex Ipost, la sistemazione della maggiorazione del 18% prevista dall’articolo 22 della legge n. 177/1976 potrà avvenire anche con la denuncia del mese di “febbraio 2019”.

Iscriviti alla newsletter Fisco e Tasse per ricevere le news su Contributi Previdenziali

Condividi questo post:

1 commento

foto profilo

eleonora4198 • Dicembre 2018

ho letto tutto e sono schifata, melo permettete vero ? ma come osa l’inps rubare u sodi dei tfr e regalarli al tesoro ? + una legge avvenuta nel secolo scorso , ma siamo nel 2000 e abbiamo gente poverissima parti allo zero % che mantengono i ladri di roma . boeri lei fa veramente pena e si vergogni . eleonora

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.