Clabo: accordo da 1,2 milioni di dollari in USA

Tramite la controllata Howard McCray, Clabo chiude un’intesa da 1,2 milioni di dollari per lavorare sulla catena statunitense Boar’s Head

Clabo: accordo da 1,2 milioni di dollari in USA

Prosegue la politica di espansione in Clabo.
La società ha infatti reso nota una nuova importante operazione, realizzata grazie al tramite della controllata USA Howard McCray e destinata proprio al mercato statunitense.

Per un valore complessivo di 1,2 milioni di dollari l’azienda che fa capo al gruppo jesino fornirà 250 vetrine per l’esposizione di cibi ai ristoranti del marchio Boar’s Head, attivo su tutto il territorio degli States.

Boar’s Head - specializzata in carni, formaggi e condimenti - prevede almeno 200 nuove aperture nei prossimi 12/18 mesi. La catena USA si appoggerà quindi a Clabo per dare forma al suo aspetto e, conseguentemente, al primo impatto visivo dei punti vendita.

Clabo, da Starbucks a Boar’s Head: grossi passi verso il mercato estero

L’accordo segue solo di una settimana la partnership da 1,5 milioni di dollari con Starbucks sul mercato asiatico, che permetterà a Clabo di occuparsi degli 8.000 punti vendita del colosso USA sul mercato asiatico, in forte espansione.

Un’espansione prevista certamente anche da Boar’s Head, che si muove verso l’apertura di 200 nuovi ristoranti.
Così la controllata Howard McCray, che ha chiuso il primo semestre con ricavi al +16% e ordini al +24%, tiene pienamente fede agli intenti della società marchigiana, che ne ha acquisito il 51% lo scorso febbraio proprio con l’intento di fare grossi passi verso il mercato statunitense.

Secondo il Presidente di Clabo, Pierluigi Bocchini, Howard McCray sta facendo registrare ottimi risultati “sotto il profilo economico e gestionale”:

“Siamo estremamente soddisfatti dell’attività del management locale e ci attendiamo una crescita ancor più sostenuta nel corso del secondo semestre”.

Il 14 settembre la società che fa capo all’azienda jesina approverà i conti semestrali, che si preannunciano in crescita sia in termini di ricavi che di redditività.

Sulla scia del nuovo accordo, le azioni Clabo viaggiano in rialzo dell’1,85% a quota 3,03 euro circa. Una mossa verso l’alto più modesta rispetto a quella registrata immediatamente dopo la notizia della partnership con Starbucks, che portò il titolo fino quasi al +4%.

Clabo, quotata sul mercato AIM Italia, è reduce dal -0,50% degli ultimi 7 giorni, il -1,16 degli ultimi 30 giorni e il -6,45 degli ultimi 6 mesi.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Clabo SpA

Condividi questo post:

Commenti:

Prova gratis le nostre demo forex

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Potrebbero interessarti

Marco Ciotola -

Starbucks si appoggia all’italiana Clabo sul mercato asiatico

Starbucks si appoggia all'italiana Clabo sul mercato asiatico

Commenta

Condividi