Asdi 2017: domanda, requisiti, durata e importo dell’assegno di disoccupazione dopo la Naspi

Asdi 2017: ecco chi ha diritto all’assegno di disoccupazione dopo la Naspi, requisiti, durata e importo. Tutte le informazioni utili per presentare domanda.

Asdi 2017, assegno di disoccupazione per i lavoratori che hanno esaurito il periodo di Naspi: chi può presentare domanda, quali sono i requisiti richiesti e come si calcola l’importo dell’indennità di disoccupazione?

L’Asdi è una misura sperimentale introdotta con il Jobs Act nel 2015 e con il Decreto del Ministero del Lavoro del 16 marzo 2017 è stato prorogato anche per il 2017 come misura alternativa per i lavoratori in difficoltà che non possono richiedere il SIA (Sostegno all’Inclusione Attiva).

Hanno diritto a percepire l’Asdi i lavoratori di età maggiore di 55 anni che hanno terminato il periodo di fruizione della Naspi ovvero i lavoratori di nuclei familiari in cui è presente almeno un minore a carico. Sono diversi e vincolanti i requisiti richiesti per poter beneficiare dell’Asdi che è a tutti gli effetti una prosecuzione dell’assegno di disoccupazione per i lavoratori in particolari situazioni di svantaggio economico e sociale.

Per aver diritto a percepire l’assegno di disoccupazione Asdi è necessario presentare domanda entro 30 giorni dal termine del diritto a percepire la Naspi e sarà fondamentale il rispetto dei requisiti richiesti. L’assegno, calcolato in percentuale sulla base dell’indennità di disoccupazione percepita dal lavoratore durante il periodo di Naspi, verrà corrisposto per un massimo di sei mensilità.

Chi ha diritto a percepire l’Asdi 2017, come richiederlo e quali sono i requisiti richiesti? Di seguito tutte le informazioni su come presentare domanda e la guida al calcolo dell’assegno di disoccupazione dopo la Naspi.

Asdi 2017: domanda, requisiti, durata e importo dell’assegno di disoccupazione dopo la Naspi

A differenza della Naspi, l’indennità di disoccupazione di cui possono beneficiare tutti i lavoratori che rispettano i requisiti di anzianità contributiva richiesti, l’Asdi è un assegno di disoccupazione erogato soltanto ai lavoratori che presentano domanda e rispettano particolari requisiti e che si trovano in particolari condizioni di disagio economico.

L’Asdi è l’assegno sociale di disoccupazione che viene erogato per la ricollocazione dei lavoratori disoccupati, ed è quindi possibile presentare domanda soltanto qualora il lavoratore percettore di Naspi abbia esaurito il diritto a percepire l’indennità di disoccupazione riconosciuta dallo Stato. Non tutti i lavoratori, tuttavia, ne hanno diritto.

Per presentare domanda di Asdi 2017 e ricevere l’importo riconosciuto dall’Inps è necessario rientrare tra le condizioni di grave disagio previste dalla normativa di riferimento.

I lavoratori che avranno accesso all’Asdi potranno beneficiare di un’assegno di disoccupazione anche successivamente alla fruizione della Naspi, per una durata massima di 6 mesi e con un importo determinato sulla base dell’ultimo assegno di disoccupazione percepito.

Asdi 2017: requisiti per richiedere l’assegno di disoccupazione dopo la Naspi

Uno dei primi requisiti richiesti per poter presentare domanda di Asdi 2017 è l’aver fruito per intero della Naspi. Non si tratta, come abbiamo già specificato, di un assegno di disoccupazione rivolto a tutti.

Possono presentare domanda di Asdi 2017 i lavoratori disoccupati che rispettano i seguenti requisiti:

  • modello Isee inferiore a 5.000 euro;
  • lavoratori con nuclei familiari in cui sono presenti minorenni oppure lavoratori di età maggiore ai 55 anni che non hanno raggiunto il diritto a percepire la pensione di vecchiaia o anticipata.

In sostanza possono presentare domanda di Asdi nel 2017 soltanto i lavoratori che dopo la Naspi risultano ancora privi di impiego e il cui nucleo familiare versa in situazioni di particolare disagio.

Ulteriori requisiti richiesti per poter richiedere l’Asdi nel 2017 sono l’aver sottoscritto uno patto di servizio personalizzato presso il centro per l’impiego e non aver fruito di Asdi per più di 6 mesi negli ultimi 12 mesi precedenti il termine del periodo di fruizione di Naspi e per più di 24 mesi nel quinquennio precedente.

Asdi 2017: importo e calcolo dell’assegno di disoccupazione dopo la Naspi

I lavoratori che presentando domanda di Asdi 2017, nel rispetto dei requisiti sopra elencati, hanno diritto a percepire un assegno di disoccupazione di importo pari al 75% della Naspi percepita nell’ultimo mese di diritto a ricevere l’indennità ordinaria di disoccupazione.

In ogni caso l’importo dell’Asdi non può essere superiore all’importo dell’assegno sociale, ovvero 448 euro circa.

Per il calcolo dell’importo di Asdi che il lavoratore avrà diritto a percepire è importante ricordare che sono previsti incrementi sulla base dei carichi familiari, ovvero un aumento dell’assegno di disoccupazione in base al numero di figli a carico presenti nel nucleo familiare.

Per il calcolo Asdi 2017 bisogna tener presenti le seguenti maggiorazioni sull’assegno in base al numero di figli a carico:

Numero figliCalcolo aumento Asdi 2017
1 figlio 89,7 euro
2 figli 116,6 euro
3 figli 140,8 euro
4 o più figli 163,3 euro

Asdi 2017: come presentare domanda e richiedere l’assegno di disoccupazione

Per beneficiare dell’assegno di disoccupazione Asdi 2017 è importante presentare domanda di disoccupazione entro un massimo di 30 giorni dal termine di fruizione della Naspi.

La domanda di Asdi 2017 potrà essere presentata accedendo al sito Inps nell’apposita sezione se muniti di Pin dispositivo per l’accesso ai servizi telematici dell’Istituto.

Si può presentare domanda anche nelle seguenti modalità:

  • Contact center al numero 803 164 (gratuito da rete fissa) oppure 06 164 164 da rete mobile;
  • enti di patronato e intermediari dell’Istituto, attraverso i servizi telematici offerti dagli stessi.

I lettori interessati a richiedere la Naspi possono far riferimento alla guida completa e aggiornata con tutti i dettagli su requisiti e modalità di presentazione della domanda di disoccupazione.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories