Tagli ai vitalizi: il Senato approva

Il Senato approva la delibera sul taglio dei vitalizi fortemente voluta dal Movimento 5 Stelle, che esulta: “Promessa mantenuta”

Tagli ai vitalizi: il Senato approva

“Bye bye privilegi”.
Si è espresso chiaramente il vicepremier Luigi Di Maio, commentando l’approvazione da parte del Senato al taglio dei vitalizi, dopo tre mesi di attese e diverse voci contrarie.

Con 10 voti a favore, 1 astenuto e una lunga serie di senatori di Pd, Leu e Forza Italia che hanno abbandonato l’aula al momento del voto, il Consiglio di presidenza del Senato ha approvato la delibera fortemente spinta dai membri a 5 Stelle dell’esecutivo gialloverde.

Proprio Luigi Di Maio, leader del Movimento, ha affidato il suo commento sulla circostanza ad Instagram, parlando di “promessa mantenuta” e di un privilegio che “non esisterà più per nessuno”.

Approvazione forte anche dal questore del Senato Laura Bottici, che ha parlato dell’insostenibilità di un sistema di sprechi che gravava sui cittadini, evidenziando un risparmio di 56 milioni l’anno, “40 alla Camera e 16 al Senato”.

Taglio ai vitalizi: esultano i 5 Stelle

Forte del mantra di Luigi di Maio, “bye bye vitalizi”, e di uno striscione che recita “56 milioni di euro risparmiati”, il Movimento 5 Stelle è in festa fuori dall’ingresso principale di Palazzo Madama.

Ad unirsi al coro delle esultanze anche la Lega, che tramite i senatori Roberto Calderoli, Paolo Arrigoni, Tiziana Nisini e Paolo Tosato ha salutato con entusiasmo la fine di “vecchi e assurdi privilegi”:

“Abbiamo lavorato in fretta passando in poco tempo dalle parole ai fatti. Siamo andati contro i privilegi di pochi, in favore di tutti gli italiani”.

Parole d’approvazione anche quelle della senatrice dei 5 Stelle Paola Taverna, secondo cui la manovra è in grado di arrestare cifre enormi destinate ai politici italiani, in grado di toccare quota 207 milioni di euro.

“Fermando lo spreco figlio di un sistema poco trasparente e di scelte discutibili del passato risparmieremo 280 milioni di euro per legislatura, un traguardo simbolo del cambiamento”.

Proprio di recente sullo scenario politico era risultato difficile da ignorare il dato che segnava oltre 1.000 ricorsi contro i tagli ai vitalizi, con diversi senatori pronti a condannare con toni spesso anche accesi Di Maio e la forte volontà dei 5 Stelle di andare avanti senza ripensamenti sulla questione.

Il vicepremier aveva ribadito di credere poco alla forza di quegli stessi ricorsi, evidenziando la bontà della misura e i 56 milioni di euro pronti a rientrare nelle casse statali.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Italia

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.