Reddito di cittadinanza, sito Inps rallentato: ricarica di agosto in arrivo?

La ricarica della card del reddito di cittadinanza dovrebbe arrivare intorno al 27 agosto come successo nel mese di luglio. Molti però lamentano un malfunzionamento del sito Inps e le ricariche rischiano di arrivare in ritardo.

Reddito di cittadinanza, sito Inps rallentato: ricarica di agosto in arrivo?

Reddito di cittadinanza, la ricarica della card per il mesi di agosto è questione di ore.

Il pagamento del Reddito di cittadinanza nel mese di luglio è arrivato nella giornata del 27, è quindi facile presagire che anche il pagamento di agosto sia in dirittura di arrivo, con data fissata presumibilmente a martedì 27 agosto, al massimo il giorno successivo.

L’accredito di agosto della card del Reddito di cittadinanza da parte di Poste italiane è previsto in questi giorni. Sul sito dell’Inps è possibile visionare il compito di mandare i flussi perché il procedimento si completi nei tempi previsti ma al momento l’accesso è impossibile.

Discorso diverso per coloro che hanno fatto domanda di Reddito entro il 30 agosto. L’esito della domanda sarà infatti comunicato dall’Inps, tramite sms o mail, a partire dal 15 settembre.

La successiva elaborazione dei pagamenti e la distribuzione della card, con la somma spettante già accreditata, da parte di Poste Italiane dovrebbe così partire proprio con l’esito delle domande, e in ogni caso non prima della metà di settembre.

Nel frattempo sui gruppi Facebook del Reddito di cittadinanza molti utenti segnalano un malfunzionamento del sito Inps. Il sito che ha visto rallentamenti anche durante la procedura di ricarica del mese scorso potrebbe, con tutta probabilità, completare le operazioni di ricarica delle card entro il 28 agosto; quindi con un leggero ritardo per i beneficiari.

Reddito di cittadinanza, ricarica agosto in arrivo

La ricarica della card di agosto dovrebbe quindi essere questione di poco tempo ormai, con probabilità l’importo sarà caricato nella giornata del 27 agosto come successo nel mese di luglio.

Il Reddito di cittadinanza, come spiega lo stesso ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, deve essere speso entro la prossima ricarica, ovvero entro l’accredito della prossima mensilità.

Ne consegue che sapere quando arriverà la prossima tranche è fondamentale per evitare di lasciare soldi non spesi sulla card, che rischiano di essere poi decurtati.

Quello che rimane non speso o non prelevato viene infatti di conseguenza sottratto dalla ricarica successiva, con un limite massimo del 20% del reddito erogato mensilmente. Unica eccezione gli importi ricaricati in ritardo da parte dell’Inps stessa. Si ricorda che tale sottrazione del Reddito di cittadinanza non speso è prevista anche in caso di rimanenze nei sedi precedenti, eccezion fatta per il valore di una mensilità.

Come usare il reddito: cosa si può comprare e cosa no

La carta del Reddito di cittadinanza permette ai beneficiari prelievi contanti entro un limite di 100 euro al mese e l’effettuazione di un bonifico mensile per il pagamento della rata di affitto o mutuo, ai nuclei familiari composti da un singolo individuo.

La carta consente l’acquisto di svariati beni di consumo e servizi, ma con alcune eccezioni.
In particolare il reddito di cittadinanza non è destinato al pagamento del gioco d’azzardo, o di giochi che in generale mirino alla vincita di denaro.

A questi fanno eco l’acquisto, il noleggio il leasing di navi e imbarcazioni, servizi portuali, l’acquisto di armi, materiale pornografico e servizi finanziari e creditizi; vietato anche il trasferimento di denaro mediante appositi servizi.

Vietato anche l’acquisto di servizi assicurativi, gioielli e pellicce, acquisti di oggetti in gallerie d’arte, e infine in club privati. L’utilizzo della carta del Reddito di cittadinanza è inoltre vietato per l’acquisto on-line, all’estero o mediante servizi di direct marketing.

Iscriviti alla newsletter Lavoro e Diritti per ricevere le news su Reddito di cittadinanza

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.