Piazza Affari apre in rosso. Bene Impregilo con commessa in Polonia

Piazza Affari e europee aprono in rosso. Sul listino milanese, bene Salini Impregilo e Fincantieri. Tonfo per Saipem e STM-Electronics. Tempesta perfetta sui mercati asiatici.

Piazza Affari avvia la seduta di mercoledì al ribasso con il FTSE MIB a -0,25% . Negativi anche i listini europei in avvio, con il DAX di Francoforte a -1,12% e il CAC parigino a -0,52%. Al ribasso anche il London Stock Exchange con il FTSE 100 a -0,86 %.

Piazza Affari: da seguire Salini Impregilo e Fincantieri, bene le popolari

Bene Salini Impregilo, che dopo la commessa per lo stadio nel Qatar si aggiudica la realizzazione di un tratto di autostrada di circa 20 km a Varsavia in Polonia per 170 milioni di euro.

Fari accesi anche su Fincantieri che porta a casa per il primo semestre 2015 un aumento del fatturato del 12%, anche se con un calo del margine operativo lordo di 14 milioni rispetto al medesimo periodo nell’anno precedente.
Bene per il volume di nuovi ordinativi nel settore nautico.

Positivo anche il titolo Ei Towers che ha firmato con Go Internet un accordo per il potenziamento della rete Lte.
Bene i titoli bancari con il Banco Popolare e la ligure Carige: la popolare ha collocato con esito più che positivo un prestito obbligazionario per un ammontare di 1 miliardo di euro nell’ambito del programma Emtn presso gli investitori istituzionali; Carige si prepara invece ad avviare la ricerca di un advisor finanziario per la definizione del nuovo contesto competitivo del sistema bancario.

In flessione invece i titoli STMicroelectronics e Saipem per i giudizi negativi degli analisti: Citi abbassa il rating su STM a neutral e Mediobanca sceglie il livello a underperform per il rating di Saipem.

Azionario: attesa per gli sviluppi in Grecia
Sul piano macro pesa l’attesa per il voto del Parlamento greco sul secondo pacchetto di riforme.
Il disegno di legge in esame mercoledì include le riforme necessarie per il salvataggio da 86 miliardi di euro: bail-in e giustizia i temi principali.

Occhi puntati soprattutto sulle nuove regole dell’UE riguardo il fallimento degli istituti di credito: si mira a tutelare i contribuenti dal rischio di dover salvare di tasca propria le banche in difficoltà.
Nel frattempo, S&P’s ha alzato il rating ellenico a CCC+, con outlook stabile. Secondo il colosso del rating, il pericolo Grexit sembra da oggi ai prossimi tre anni è inferiore al 50%. Una percentuale congrua per poter dire che è il pericolo è stato scongiurato.

Lo Spread Btp-Bund scende stabile a 118 punti di martedì. Il rendimento dei Btp segna il 1,96 % contro i Bund che registrano lo 0,75% (ore 9:40).

Cambio EUR/USD: scende il dollaro, si apprezza l’euro
Il cambio EUR /USD risale verso l’1,09, con un apprezzamento dell’euro. Cambio di tendenza per il biglietto verde che si mostra nella giornata di mercoledì debole ai mercati finanziari.
Nella giornata di martedì si è registrato un sell-off sul dollaro USA, in calo contro le altre valute e il relativo apprezzamento della moenta unica europea. Il dollaro ha perso più dell’1% contro l’euro sul cambio EUR/USD prendendo molti forex trader di sorpresa.

Borse asiatiche in rosso: sentiment negativo su commodities
Gli analisti l’hanno definita tempesta perfetta quella dell’oro cinese. Dopo quasi una settimana di sedute chiuse al rialzo, le borse asiatiche viaggiano negative. La borsa di Hong Kong ha perso l’1,17%, Shanghai in calo del 0,76%. Persino Tokyo, tonica da diverse sedute consecutive termina la seduta di martedì con il NIKKEI in calo dell’1,2%.

ll sentiment negativo sulle commodities, per l’imminente rialzo dei tassi negli Usa che rafforzerà il dollaro spingendo al ribasso i prezzi delle materie prime, sembra la causa determinante della spinta al ribasso delle piazze asiatiche.

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.