A differenza di altre case automobilistiche di lusso che si sono convertite ai SUV, McLaren ha dichiarato che non si piegherà alle logiche del mercato snaturando la sua vocazione di produttore di auto sportive.

La casa automobilistica inglese aveva già detto che non avrebbe prodotto SUV ma nelle scorse ore alcuni suoi dirigenti hanno ribadito il concetto confermando che mai McLaren avrà nella sua gamma uno Sport Utility Vehicle.

Niente SUV per McLaren adesso e in futuro

Questo nonostante la delicata situazione economica che stanno attraversando e nonostante molti tra gli analisti suggeriscano che un SUV non farebbe loro alcun male.

McLaren pensa solo alle auto sportive ibride, al punto che quest’anno ha liquidato la Sport Series e ha annunciato che nella prima metà del 2021 vedremo il primo esemplare di una nuova famiglia di veicoli, la McLaren Artura.

L’ibridazione è necessaria, ma nemmeno l’elettrificazione completa è sul tavolo perché è ancora presto per creare un modello elettrico all’altezza della fama delle sue super car.

La casa inglese preferisce concentrarsi sulle auto sportive ibride

Il suo CEO, Mike Flewitt, afferma che la McLaren non può tradire la sua essenza. Creare un SUV sarebbe sicuramente la strada più veloce per il successo commerciale, come ha dimostrato Lamborghini con la sua Urus o Aston Martin più recentemente con una DBX che sta appena iniziando a muoversi. Ma a Woking sono convinti di poter riprendersi senza «abbassarsi».

«Dobbiamo rimanere molto fedeli all’idea di creare supercar. In alcuni mercati mi chiedono se faremo un SUV o se faremo un’auto elettrica, ma la risposta è no, non lo faremo», ha detto Flewitt in dichiarazioni rilasciate a Car Magazine.