Forex: sterlina-dollaro tra riunione BoE e Brexit. Cosa aspettarsi?

Matteo Bienna

12 Maggio 2016 - 09:19

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Atteso per l’ora di pranzo l’intervento della banca centrale inglese sui tassi di interesse e sulle politiche monetarie: il cambio sterlina-dollaro attende possibili novità.

La Bank of England, tra le 13:00 e le 13:45 di oggi, è chiamata ad esprimersi sullo stato della politica monetaria inglese e sull’annuncio dei tassi di interesse.

L’economia nel Regno Unito va migliorando con la crescita dell’indice dei prezzi al consumo e del mercato del credito, mentre l’inflazione, seppure stabile, è prevista anch’essa in crescita per la seconda metà dell’anno.

L’imminente esito del voto per la Brexit, ritenuta possibile da Credit Suisse, potrebbe però cambiare le prospettive di politica monetaria della banca centrale inglese, che si ritrova quindi a gestire una situazione ricca di incertezza.

Vediamo ora le aspettative riguardanti l’intervento di oggi della BoE e le prospettive possibili per il cambio sterlina-dollaro.

Bank of England: report sull’inflazione, tassi stabili allo 0,5% e Brexit

Nonostante i dati pubblicati ieri sulla produzione manifatturiera inglese, in calo, le prospettive per il 2016 rimangono di una crescita dell’inflazione, con l’indice dei prezzi al consumo già cresciuto dello 0,5%, e in generale di una ripresa dell’economia britannica.

Tra le 13:00 e le 13:45 di oggi, come osservabile grazie al nostro calendario economico, sono previsti gli interventi della Bank of England.

L’apertura vedrà l’importante rapporto della banca centrale inglese sull’inflazione, molto atteso per capire le prospettive di crescita e di raggiungimento dell’obiettivo del 2%, che potrebbe avvenire tra il 2017 e il 2018.

In contemporanea è previsto l’annuncio dei tassi di interesse, ormai stabili allo 0,50% dal 2009.

Le aspettative di una loro variazione sono prossime allo zero, sia per mantenere l’attuale ripresa, che sembra effettivamente avvenire, sia per l’imminente referendum del 23 giugno.

La Brexit costituisce al momento la maggiore preoccupazione per la banca centrale inglese e l’esito del voto avrebbe influenza diretta sulle politiche che la BoE dovrebbe intraprendere.

Gli analisti, infatti, prevedono un possibile rialzo dei tassi di interesse a febbraio del 2017, cosa che verrebbe del tutto rivista in caso di uscita del Regno Unito dall’Unione Europea, portando il rialzo dei tassi molto più lontano nel tempo.

La Bank of England si è tenuta neutrale nei confronti della Brexit, dichiarando più volte di non volersi schierare da nessuna parte.

Nel discorso del governatore Mark Carney, previsto per le 13:45 di oggi, sarà in ogni caso molto difficile riuscire ad esprimersi mantenendosi del tutto neutrali.

Sarà quindi molto importante percepire il sentiment della banca centrale inglese sulla Brexit, con i mercati che potrebbero scontare qualsiasi tipo di interpretazione che possa scaturire dalle parole pronunciate.

Vediamo ora il cambio sterlina-dollaro come si prepara agli eventi previsti per oggi.

Forex, sterlina-dollaro: incertezza in attesa della BoE

Il cambio sterlina-dollaro viene da circa 10 giorni di ritracciamento dopo lo sprint sostenuto che lo ha portato a segnare un nuovo massimo annuale oltre quota 1,475, come osservabile dal seguente grafico giornaliero:

Il ritracciamento si è fermato esattamente al 38.2 di Fibonacci, trascorrendo le ultime sedute incastrato tra questo livello e la media mobile a 20 periodi.

Il recente attraversamento delle due medie mobili, a 20 e a 60 periodi, rispetto a quella 100, è segnale di un cambio deciso dello scenario, che non avveniva da oltre un anno.

Il livello di supporto fornito dal 38.2 di Fibonacci si inserisce anch’esso nell’ottica che vuole GBP/USD puntare al rialzo.

La candela di ieri mostra la grande incertezza dei mercati, mentre gli oscillatori si sono stabilizzati in attesa delle notizie di oggi.

Per le 13:00 è attesa grande volatilità nei cambi che coinvolgono la sterlina e, almeno fino alla conclusione del discorso del governatore Carney, il cambio sterlina-dollaro potrebbe riflettere andamenti estramamente nervosi.

La tendenza di GBP/USD, in attesa della BoE, rimane in ogni caso tendente al rialzo.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.