Forex, euro-yen inciampa con referendum: crollo nella notte ma è subito recupero. E ora?

Il cambio euro-yen apre la settimana in sofferenza a causa dell’esito del referendum costituzionale: assorbito il movimento in poche ore, si torna subito rialzisti?

Il cambio euro-yen risente dell’esito del referendum costituzionale e apre in nottata passando dalla chiusura di venerdì a 121,0 fino ai minimi notturni a 118,7.

La vittoria del NO è stata fin da subito chiara e i primi movimenti all’apertura del Forex sono tutti andati a sfavore della moneta unica e a favore dei beni rifugio, come oro e yen.

Raggiunge quindi nuovi minimi euro-dollaro e in prima battuta sembra riproporsi uno scenario simile, per quanto in proporzioni ridotte, a quello provocato dalla Brexit nei confronti della sterlina.

In verità già durante la notte nascono dei contro-movimenti, portati avanti con l’apertura dei mercati europei, che suggeriscono l’idea che l’esito del referendum sia stata più un’occasione per speculare che non un evento dalle reali e prolungate conseguenze.

Dopo aver visto le prime reazioni sui principali listini, entriamo ora nel merito della situazione di euro-yen, di ciò che ha vissuto e di quello che lo attende.

Forex, euro-yen crolla con referendum ma poi risale: come se non fosse successo nulla?

Il cambio euro-yen è protagonista, come gli altri cross che coinvolgono la moneta unica, di un’ampia altalena vissuta tra le prime ore della notte e quelle del mattino.

L’euro perde inizialmente terreno nei confronti delle altre valute dopo l’ufficializzazione della vittoria del NO al referendum costituzionale e dopo le annunciate dimissioni da parte di Matteo Renzi.

Allo stesso tempo valute rifugio come lo yen si apprezzano, con il cambio dollaro-yen che anch’esso reagisce rivolgendosi al ribasso.

Con EUR/JPY abbiamo quindi l’unione di questi movimenti e il conseguente crollo della quotazione da oltre quota 121 fino al di sotto del 119, come segnalato dalla freccia rossa all’interno del seguente grafico orario:

La discesa avvenuta all’apertura del mercato valutario, e che ha tentato di proseguire durante le ore notturne, ha tuttavia visto una decisa inversione dalle 8 di mattina.

In sole 2 ore tutto il crollo è stato ampiamento assorbito, permettendo ad euro-yen di riprendere addirittura la strada del rialzo, dando al “su e giù” notturno la conformazione di un evento meramente speculativo.

Le conseguenze del referendum sembrano quindi finire ancora prima di essere iniziate, almeno dal punto di vista valutario e per quanto riguarda il breve termine.

Se infatti ora la situazione parla della ripresa di un andamento normale, su euro-yen così come su euro-dollaro o sul FTSE Mib, non è detto che la situazione politica italiana non possa con il tempo avere effetti diversi, sia sulla fiducia nei confronti dell’Eurozona che quindi sul valore della moneta unica.

In ogni caso il cambio euro-yen è per ora tornato ai livelli lasciati venerdì, come osservabile dal seguente grafico giornaliero:

Il minimo notturno ha permesso la definizione del canale rialzista evidenziato dalle trendline in verde, nel quale il cross prosegue indisturbato dai primissimi giorni di novembre.

Il superamento del supporto chiave a 118,4, con successivo test, è sinonimo di garanzia per quanto riguarda la chiusura dell’arco ribassista avuto dopo la Brexit.

Ora la resistenza a 121,7 è il primo target da superare per EUR/JPY, in precedenza sia supporto che resistenza.

Un suo abbattimento e una prosecuzione all’interno del canale saranno i presupposti per raggiungere il prossimo target di maggiore importanza, che attende la quotazione a 124,1.

Eventuali movimenti di ritracciamento, magari imputabili alla riunione della BCE prevista per giovedì, potrebbero portare ad un’uscita dal canale, sebbene il mantenimento del supporto a 118,4 sia l’elemento che più di ogni altro garantirà la tenuta dell’inerzia rialzista.

Iscriviti alla newsletter Analisi dei Mercati

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.