Forex dopo Brexit: sterlina crolla, trader puntano sullo yen

icon calendar icon person
Forex dopo Brexit: sterlina crolla, trader puntano sullo yen

La sterlina registra i minini degli ultimi 31 anni dopo i risultati del referendum: il Regno Unito lascia l’Unione Europea e il caos prende forma nel Forex. Yen unica valuta rifugio.

La sterlina arriva a perdere fino al -10% mentre gli spogli degli ultimi seggi rendevano chiaro l’esito del referendum britannico: è Brexit.

Il cambio sterlina-dollaro passa in poche ore dal massimo del 2016 registrato a 1,50 a toccare minimi a 1,32 che lo riportano indietro nel tempo di 31 anni.

L’inaspettato si è realizzato e le reazioni del mercato, ancora prima dell’apertura delle borse europee, portano la sterlina ad affondare nei cambi contro tutte le altre valute.

La nottata ha visto un incessante perpetuarsi di movimenti ad ampio range e una delle valute più coinvolte nel caos è stata lo yen.

Torna il bene rifugio più ambito nel Forex e dollaro-yen segna nuovi minimi dal 2013 abbattendo la fatidica quota 100, arrivando a segnare minimi a 98,8 dopo che aveva chiuso la giornata di ieri a 106,6.

Stessa sorte per euro-yen che torna ai livelli di prezzo del 2012 e segna uno dei ribassi più corposi della notte, passando da 121,6 a 109,3, quotazione che fino a qualche giorno fa, paradossalmente, apparteneva a dollaro-yen.

I principali cambi del Forex sono ad un punto di svolta: l’uscita del Regno Unito dall’Unione Europea sta ridefinendo nuovi equilibri monetari. E questo sembra essere solo l’inizio.

Forex, svolta storica nella notte: la Brexit massacra la sterlina

Le reazioni del mercato nel pre-referendum lo aveva reso chiaro: una Bremain giocava a favore di un apprezzamento della sterlina, una Brexit avrebbe portato ad un esito opposto.

I trend dell’ultima settimana dei sondaggi e della stessa valuta inglese, tuttavia, hanno portato a credere che fosse la prima ipotesi quella pronta a realizzarsi.

Lo spoglio dei voti di stanotte e il lento materializzarsi dell’uscita del Regno Unito dall’Unione Europea hanno portato sterlina-dollaro ad invertire il trend rialzista degli ultimi giorni e a precipitare, letteralmente, nel baratro:

Il minimo a 1,322 è stato toccato tra le 6:00 e le 7:00 di mattina e non accadeva da 31 anni.

Le prospettive a breve termine sono a questo punto fuori da ogni schema, i livelli di prezzo sui quali viaggia in queste ore il cambio sono da considerare come inediti e la tendenza dei mercati nelle prossime ore potrebbe spingere sterlina-dollaro ancora di più verso il basso.

Forex nel caos: alla ricerca di un rifugio nello yen

A partire dalle 23:00 di ieri sera e con le prime indiscrezioni che trapelavano dal Regno Unito il Forex ha vissuto ore di alta volatilità e movimenti con davvero pochi precedenti.

Nell’incertezza e con il rischio che la Brexit stava manifestando c’è stato un afflusso di ordini di buy sullo yen, da tempo valuta rifugio per gli investitori.

Dollaro-yen ha abbattuto i minimi degli ultimi giorni a 103,5 e anche la tanto temuta quota 100, arrivando a 98,8. È nuovo minimo degli ultimi tre anni e soprattutto sono stati violati importanti livelli di supporto verso i quali il cambio tenderà a tornare.

La fase di instabilità dei mercati è infatti appena iniziata ed è presumibile che lo yen continui nei prossimi giorni ad attirare le mire degli investitori che cercano di affidarsi al bene sulla carta più solido, e lo yen sembra avere tutte le carte in regola per continuare ad esserlo

In particolare euro-yen, che oltre ad un’apprezzamento della valuta giapponese vive di una svalutazione di quella comunitaria, si sta proiettando verso nuovi minimi degli ultimi 4 anni:

Il crollo di quasi 12 mila pip ha del clamoroso e le prospettive per i prossimi giorni, anche in questo caso, non sembrano offrire grandi possibilità di inversione.

Già durante la giornata di oggi, con l’apertura delle borse europee e di Wall Street, potranno arrivare ulteriori scossoni per questi cambi. I capitali finanziari sembrano destinati a viaggiare ad alta velocità e in un’unica direzione, amplificando quanto di storico si sia già visto finora.

Chiudi [X]