Forex, dollaro-yen continua a correre con Kuroda: verso il ritorno a 110?

Il cambio dollaro-yen non si ferma più: le parole del governatore della Bank of Japan Kuroda accompagnano il rialzo di USD/JPY, lanciato verso quello che sembra un ritorno al 110.

Il cambio dollaro-yen raggiunge nella notte quota 107 e subito i nuovi massimi degli ultimi cinque mesi a 107,9, in un rialzo inarrestabile.

Le parole di Kuroda della scorsa notte non hanno quindi impedito la continuazione del movimenti post-elezioni USA, così come i dati pubblicati sul nostro calendario economico, con riscontri positivi per il PIL trimestrale e per la produzione industriale del paese del Sol Levante.

I market mover della settimana non vedono grandi appuntamenti per lo yen, che potrebbe quindi continuare anche nei prossimi giorni il suo percorso di deprezzamento, raggiungendo nuove vette soprattutto nel cross che lo vede contrapposto al dollaro.

Dopo aver visto i nuovi minimi segnati proprio da euro-dollaro, analizziamo quindi la situazione del cambio dollaro-yen e le ultime affermazioni di Kuroda.

Forex: dollaro-yen non si ferma più, neanche con Kuroda. Primo target 108,4?

Il cambio dollaro-yen si dirige verso il nuovo traguardo a 108 dopo aver infranto solo durante la notte il 107 e soprattutto dopo che si ritrovava, solo sei giorni fa, poco sopra quota 101.

Uno dei cambi più performanti in assoluto dopo le elezioni americane, sostenuto al rialzo dalla prova di forza del dollaro con Trump nuovo presidente USA, dal crollo dei beni rifugio e dal deprezzamento di uno yen che ha decisamente invertito rotta.

Positive nella notte anche le parole del governatore della Bank of Japan Kuroda, il quale si è espresso sulla situazione attuale e sulle immediate prospettive per il Giappone.

Il paese è vicino al raggiungimento del target dell’inflazione al +2%, l’economia mostra inoltre ottimi segnali al crescere delle esportazioni e della produzione, riflesso di una crescita delle domanda estera.

Unico neo riscontrato dal presidente della banca centrale sono i consumi interni, fiacchi, e incapaci quindi di portare ad un rialzo generalizzato e più convinto nel livello dei prezzi.

Il livello dei salari sarà cruciale nel 2017 al fine di raggiungere il target inflazionistico, e una stretta sul mercato del lavoro potrebbe agevolare questo meccansimo, tutto sommato diretto verso gli obiettivi voluti:

“La Bank of Japan perseguirà interventi di politica monetaria quanto lo riterrà opportuno, tenendo conto degli sviluppi economici, finanziari e dei livelli di prezzo, al fine di mantenere l’attuale inerzia verso il raggiungimento del target del 2%.”

Tutto ok qiundi per Kuroda, mentre la valuta nazionale prosegue il suo percorso di deprezzamento dopo l’ultimo intervento della BoJ, che da settimane ha ormai spostato il proprio focus non più sullo stampare moneta ma sulla curva dei tassi di interesse.

Sembra quindi funzionare l’intervento, agevolato naturalmente dalla reazione alle elezioni USA e da un biglietto verde in guadagno su praticamente ogni altra valuta:

Dal grafico giornaliero si osserva come la rottura del livello a 107,5 abbia aperto la strada del test di quota 108,0, dove ora il prezzo è fermo.

Il nuovo supporto a 107,5, unito a quello più distante ma ancora più forte di 105,5, costituiscono i due riferimenti più solidi per la prosecuzione del rialzo, lanciata verso gli obiettivi di prezzo più lontanti nel tempo.

Dollaro-yen sembra infatti puntare ai livelli di maggio, sopra quota 108 e in particolare al di sopra della resistenza a 108,4, prossimo obiettivo.

A quel punto il rialzo potrebbe consolidarsi in una zona dove sono presenti più riferimenti, con il principale che rimane senza dubbio a 110,6, supporto e resistenza per il cambio nella primissima parte dell’anno.

Il 38.2 di Fibonacci a 109,2, inoltre, darebbe ulteriore sostegno al rialzo, inquadrato nell’ottica di un ampio ritracciamento del trend ribassista che ha avuto inizio nel giugno del 2015, quando USD/JPY quotava 125,8.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories