Forex - Venerdì col botto: carrellata di dati macro da tutto il mondo. 31 maggio

Venerdì col botto per questo 31 maggio 2013, con un calendario economico fitto di appuntamenti, dal Giappone questa notte all’Europa per poi passare agli Stati Uniti e al Canada. Ma vediamo quali saranno gli appuntamenti più importanti di oggi.

Durante la notte

01:30 - JPY Dal Giappone sarà pubblicato l’indice dei prezzi al consumo di Tokyo, un market mover di rilievo per il quale gli analisti prevedono una nuova contrazione dello 0.2% rispetto al -0.3% del mese precedente.

03:00 - NZD Dalla Nuova Zelanda, la fiducia degli investitori ANZ, un market mover che se rilevato al di sopra dello zero indica ottimismo e per il quale l’ultima versione ha riportato una lettura di 32.3 punti.

In mattinata

Veniamo in Europa per una mattinata di tanti market mover di medio/scarso impatto.
08:00 - EUR Vendite al dettaglio in Germania. Rispetto alla contrazione dello 0.5% rilevata lo scorso mese, per questa lettura gli analisti prevedono un aumento percentuale dello 0.3%.

09:00 - CHF Barometro Economico KOF dalla Svizzera, un market mover di medio impatto che valuta insieme 12 indicatori fondamentali e che tende ad avere effetto positivo quando rilevato al di sopra delle aspettative degli analisti. Per questa lettura è atteso un aumento dal 1.02 al 1.08.

10:00 - EUR Disoccupazione in Italia, tasso mensile e trimestrale. Su base mensile la disoccupazione in Italia potrebbe aumentare dello 0.1% arrivando così a 11.6%. Su base trimestrale, invece, il dato dovrebbe rimanere invariato rispetto al precedente 11.2%.

11:00 - EUR Inflazione nell’Eurozona con l’indice dei prezzi al consumo in versione flash. Secondo le stime degli analisti l’inflazione dovrebbe subire un leggero rialzo e riportare una lettura del 1.4% rispetto al precedente 1.2%. Attenzione però perché contemporaneamente sarà rilasciato un altro dato cui l’Europa è molto sensibile: il tasso di disoccupazione.

11:00 - EUR Secondo le previsioni degli analisti, il tasso di disoccupazione nell’Eurozona dovrebbe subire un nuovo aumento arrivando fino al 12.2%. Come sappiamo la disoccupazione rischia di diventare la crisi futura della regione e, proprio per questo, letture significativamente distanti dalle previsioni degli analisti potrebbero dare svolte direzionali ai mercati valutari.

Nel pomeriggio

Nel pomeriggio avremo un importante appuntamento con il Canada e diverse «occasioni di incontro» con il dollaro Statunitense.

14:30 - CAD Sarà pubblicato il dato sul prodotto interno lordo del Canada (dato con pubblicazione mensile) che rispetto allo 0.3% della precedente lettura dovrebbe riportare una crescita percentuale dello 0.1.

14:30 - USD Le spese dei consumatori statunitensi, un dato di scarso impatto immediato, ma decisamente importante specie dopo la revisione al ribasso del PIL USA. Secondo gli analisti, per questa lettura dovrebbe confermarsi la crescita dello 0.2% rilevata il mese scorso.

15:55 - USD Sarà pubblicata infine la revisione dei dati rilasciati dalla University of Michigan: le aspettative sull’inflazione che nella precedente lettura avevano riportato un aumento del 3.1% e il sentiment dei consumatori per il quale è prevista una revisione al rialzo dal precedente 83.7 a 84.1. Ricordiamo che in entrambi i casi, il market mover tende ad essere positivo quando il valore rilevato supera le aspettative degli analisti.

Iscriviti alla newsletter

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.