Forex, USD: il dollaro rimane basso dopo il dato sul PIL degli Stati Uniti

Il PIL è sopra alle aspettative del mercato ma ben al di sotto della stima iniziale: il dollaro USA si mantiene a basso, attesa per i prossimi dati. Stabile in USD/JPY, giù in USD/CHF

Il dollaro rimane basso contro un paniere di altre valute importanti venerdì: i dati rivisti hanno mostrato che l’economia statunitense è cresciuta meno del previsto nell’ultimo trimestre del 2014.

Il mercato punta l’occhio il rilascio di altri report economici degli Stati Uniti in uscita tra meno di un’ora.

In un report, il Bureau of Economic Anaysis rivela che il prodotto interno lordo (PIL) degli Stati Uniti è aumentato al 2,2% nel quarto trimestre del 2014, al di sotto delle stime iniziali per un tasso di crescita del 2,6%, ma superiori alle aspettative del 2,1%.

L’indice del dollaro statunitense, che misura la forza del biglietto verde contro un paniere ponderato di sei principali valute, è sceso dello 0,26% a 95,12.

Il cambio euro dollaro EUR/USD è salito dello 0,21% a 1,1221 dopo che i dati ufficiali hanno mostrato che la spesa dei consumatori francesi è aumentata dello 0,6% nel mese scorso, superando le aspettative per un calo dello 0,5%. Il dato di dicembre è stato rivisto per un aumento dell’1,6% da un precedente 1,5% stimato.

Un report separato ha mostrato che i prezzi al consumo spagnoli sono slittati ad un tasso annualizzato del 1,1% questo mese, contro le aspettative di un calo dell’1,5%, dopo un calo dell’1,3% nel mese di gennaio.

USD/JPY - Il cambio dollaro yen dopo i deboli dati Giapponesi
Il dollaro è stabile contro lo yen, con USD/JPY a 119,37 ma è caduto contro il franco svizzero, con USD/CHF giù dello 0,43% a 0,9487.

I dati ufficiali hanno mostrato che la spesa delle famiglie del Giappone é scesa dello 0,3% il mese scorso, contro le aspettative di un aumento dello 0,4%, dopo un aumento del 0,4% a dicembre.

Inoltre, i dati hanno mostrato che le vendite al dettaglio in Giappone sono diminuite ad un tasso annualizzato del 2,0% nel mese di gennaio, oltre il previsto calo dell’1,3%.
Al rialzo invece i dati preliminari che hanno mostrato la produzione industriale del Giappone in un aumento al 4,0% nel mese di gennaio, battendo le attese per di un aumento del 2,7%, dopo un aumento dello 0,8% del mese precedente.

In Svizzera, i dati hanno mostrato che il barometro economico KOF è sceso a 90,1 questo mese da 96,1 di gennaio, dato rivisto dalla precedente stima a 97,0. Gli analisti si aspettavano che l’indice scendesse a 90,0 nel mese di febbraio.

Iscriviti alla newsletter Analisi dei Mercati

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.