Forex: Non Farm Payrolls del settore privato negativi. Come reagisce il dollaro?

Flavia Provenzani

04/03/2015

04/03/2015 - 15:08

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Analisi della reazione dei mercati, dei cross valutari e del dollaro USA alla notizia del rilascio dei Non Farm Payrolls ADP: calo nelle assunzioni nel settore privato degli Stati Uniti.

Il dollaro scende dai massimi di quasi 11 anni contro un paniere di altre valute importanti il Mercoledì dopo i dati hanno mostrato che il settore privato ha aggiunto un minor numero di posti di lavoro del previsto il mese scorso.

L’indice Non-Farm Payrolls per il settore privato negli Stati Uniti è salito meno del previsto nel mese di febbraio, alimentando le preoccupazioni circa la forza del mercato del lavoro degli Stati Uniti; i dati pubblicati prendono di sprovvista i mercati.

In un report, la società di elaborazione ADP (Automatic Data Processing) Inc. ha dichiarato che l’occupazione non agricola nel settore privato ha aggiunto 212.000 posti a febbraio, al di sotto delle aspettative di un aumento di 220.000.

L’economia statunitense aveva creato 250.000 posti di lavoro nel mese di gennaio, la cui figura rivista al rialzo dopo il dato preliminare a 213.000.

Il dato, pur non considerato come un segnale di rilievo riguardo il mondo del lavoro negli Stati Uniti, indica comunque un indebolimento nelle assunzioni nel settore privato.

Il cambio euro dollaro EUR/USD è scambiato a 1,1120, da 1,1123 poco prima del rilascio dei dati, GBP/USD è a 1,5327 da 1,5326, mentre USD/JPY è a 119,70, contro i 119,61 yen di poco prima del rilascio.

L’indice del dollaro statunitense, che esprime la forza del biglietto verde contro un paniere di sei principali rivali, è a 95.65, rispetto ai 95.73 poco prima dell’uscita del report.

In Forex: super dollaro USA, indice vicino al massimo di 11 anni avevamo parlato di un dollaro forte pronto a stabilire un nuovo record sull’indice, ma il dato negativo dei Non Farm Payrolls ADP frena l’ascesa.

Nel frattempo, le prospettive per i mercati azionari degli Stati Uniti sono negative. I futures del Dow Jones hanno indicato una perdita dello 0,25% in apertura, S&P 500 un calo dello 0,3%, mentre il Nasdaq 100 ha perso lo 0,25%.

Nel mercato delle materie prime, i futures dell’oro vengono scambiati a 1,204.10 dollari l’oncia, rispetto ai 1,202.40 dollari poco prima del rilascio dei dati, mentre il petrolio è ora a 50,98 dollari al barile, contro i 50,97 prima della pubblicazione.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.