Forex: GBP/USD ancora ai minimi di 2 settimane e mezzo, PMI delle costruzioni ignorato

Il cambio sterlina-dollaro (GBPUSD) è ancora ai minimi di due settimane e mezzo nonostante il PMI delle costruzioni oltre le aspettative. Sterlina debole anche contro l’euro.

Giovedì, la sterlina è rimasta pressoché invariata contro il dollaro USA, scambiata ai minimi di due settimane contro il biglietto verde sul cambio GBP/USD, nonostante i dati migliori del previsto nel settore costruzioni del Regno Unito, con le preoccupazioni circa la crisi sul debito in Grecia che continuano a pesare sul mercato.

Il cambio sterlina-dollaro GBP/USD ha aperto la sessione europea in ribasso a quota 1.5582, il minimo del 16 giugno; il cambio oscilla ora attorno a quota 1.56.

Il Cable sembra aver trovato supporto a 1.5539 e resistenza a quota 1.5736.

Come mostra il Calendario Economico aggiornato in tempo reale, secondo il gruppo di ricerca Markit l’indice PMI delle costruzioni nel Regno Unito è salito ad un massimo di quattro mesi a 58.1 in riferimento a maggio, rispetto alla lettura di aprile pari a 55.9, superando le aspettative degli analisti a 56.5.

I forex trader rimangono cauti dopo che il primo ministro ellenico, Alexis Tsipras, ha esortato i greci a rigettare la proposta di salvataggio internazionale dell’Eurogruppo - attraverso il referendum che si terrà domenica prossima - escludendo ogni possibilità di svolta.

Questo all’indomani di una ’lettera di conciliazione’ in cui Tspras chiedeva agli euro-creditori un nuovo piano di salvataggio più vicino alle richieste della Grecia.

Mercoledì, la Grecia ha raggiunto il primato di ‘Paese sviluppato in default’, dopo aver lasciato passare i termini di pagamento della rata di 1,6 miliardi di euro, che avrebbe dovuto rimborsare al FMI entro il 30 giugno scorso.

La sterlina è più debole contro l’euro con il cambio EURGBP , in rialzo dello 0.29% a quota 0.7100.

Riguardo l’Eurozona, i dati di giovedì hanno evidenziato come, il mese scorso, il numero di disoccupati in Spagna è sceso solo di 94.700 unità, contro le aspettative di per un calo di oltre 124.000 sul numero di disoccupati. Nel mese di maggio, invece, il numero di disoccupati era sceso di 118.000 unità.

Iscriviti alla newsletter Analisi dei Mercati

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.