Forex: Dollaro USA in difficoltà su tutti i fronti

Renato Decarolis

8 Aprile 2014 - 12:46

condividi

La moneta americana in forte calo:contro australiano, neozelandese e sterlina sui minimi del 2014, perde terreno anche nei confronti dell’euro e dello yen. Si rivaluta anche l’oro sopra i 1300 dollari.

L’euro sale di 100 pips dal minimo toccato venerdì scorso e comincia ad intravedere quota 1.38, in attesa delle prossime mosse di Draghi e della BCE.

Corre ancora di più l’australiano: poco fa ha registrato un nuovo massimo del 2014 sopra 0.93.

Resta leggermente più indietro il neozelandese, anche se, da un punto di vista grafico, il cambio NZDUSD è dentro una resistenza più importante rispetto al cross AUDUSD, quest’ultimo in fase di test di alcuni livelli intermedi.

Il dollaro contro lo yen è passato da un possibile aggancio di quota 104 in chiusura di ottava scorsa, ad un possibile test del supporto a 102.

L’andamento negativo di Wall Street continua ad avere il suo peso, soprattutto con la nuova correlazione dollaro-azionario USA.
Sono infatti cambiati i tempi in cui la moneta americana si svalutava per effetto dell’immissione di liquidità voluta dalla Fed, mentre Wall Street celebrava tale politica monetaria con nuovi massimi storici.

Adesso, il destino di entrambi, appare fortemente correlato.

Ne approfitta anche l’oro, quotato in USD, per rimbalzare sopra i 1300 dollari.

Per ulteriori approfondimenti e soprattutto per vedere i grafici, vi invito a vedere il video in basso.

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.