Asteroide da record ha sfiorato la Terra, ma nessuno se ne è accorto: ecco perché

Il 16 agosto l’asteroide 2020 QG ha sfiorato la Terra, per il passaggio più vicino mai registrato da un piccolo asteroide non impattante. La scoperta solo 6 ore dopo.

Asteroide da record ha sfiorato la Terra, ma nessuno se ne è accorto: ecco perché

Un asteroide è passato vicino alla Terra, stabilendo il record di avvicinamento mai registrato da un asteroide non impattante. È successo domenica 16 agosto intorno alle 12.00.

La NASA ha spiegato che una roccia spaziale, delle dimensioni di un SUV e chiamata asteroide 2020 QG, ha sorvolato il nostro pianeta a più di 2.950 chilometri, passando sopra l’Oceano Indiano meridionale.

Il dettaglio più curioso è che la scoperta è stata fatta 6 ore dopo dal momento in cui l’asteroide ha sfiorato il nostro pianeta. Ma c’è un motivo, ecco quale.

Asteroide da record sfiora Terra, scoperto solo 6 ore dopo

L’asteroide 2020 QG, che misura dai 3 ai 6 metri di diametro, è molto piccolo per gli standard degli asteroidi. Se fosse stato effettivamente su una traiettoria di impatto, probabilmente sarebbe diventato una palla di fuoco disgregandosi nell’atmosfera senza provocare alcun danno.

La NASA afferma che passaggi ravvicinati di questo tipo sono molto frequenti durante l’anno. Secondo alcuni dati, esistono centinaia di milioni di piccoli asteroidi delle stesse dimensioni di 2020 QG, ma è difficile scoprirli fino a quando non sono molto vicini alla Terra. In genere la maggior parte di questi passa a distanze maggiori, molto più lontano della Luna.

L’asteroide è stato registrato per la prima volta come una lunga striscia luminosa, dalla telecamera a campo ampio dopo 6 ore dal momento di avvicinamento maggiore, quando già si stava allontanando dalla Terra. La foto è stata scattata dal telescopio per la scansione del cielo Zwicky Transient Facility, finanziato dalla National Science Foundation e dalla NASA e che si trova nella contea di San Diego.

L’asteroide 2020 QG entra nel guinness dei primati come l’asteroide non impattante più vicino alla Terra mai conosciuto. Corpi celesti di questo tipo non rappresentano un pericolo per noi, a differenza degli asteroidi più grandi il cui impatto sul suolo terrestre potrebbe causare danni importanti ma che possono essere rilevati in anticipo rispetto a quelli molto piccoli in quanto si muovono nel cielo molto più lentamente.

Argomenti:

NASA Spazio

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories