ETN

L’acronimo sta per Exchange Trade Notes.
È un titolo di debito senior (simile dunque a un’obbligazione strutturata) non garantito, non subordinato ed emesso con l’investimento diretto dell’emittente sul sottostante o su contratti derivati sul medesimo.
L’andamento del sottostante determina il prezzo dell’ETN e ciò lo avvicina agli ETF. Il sottostante negli ETN non è una commodity, altrimenti ci troveremmo nel caso degli ETC. Analogamente ad altri titoli di debito, gli ETN hanno una data di scadenza e sono supportati solo dal credito dell’emittente.
Si scambiano in Borsa e hanno sia un mercato primario sia un mercato secondario.
Gli ETN per molto tempo sono stati oggetto di discussione riguardo l’imposizione fiscale che ancora oggi viene decisa sulla base dell’analisi del prospetto informativo.
Questo tipo di strumento permette al sottoscrittore di investire in titoli cui difficilmente di norma potrebbe accedere poiché non vi sono commissioni né in entrata e in uscita, né sulla performance.

ETN, ultimi articoli su Money.it

Risparmiare e poi investire: quello che gli italiani devono ancora imparare

Giulia Adonopoulos

31 Ottobre 2020 - 08:00

Risparmiare e poi investire: quello che gli italiani devono ancora imparare

In occasione della Giornata Mondiale del Risparmio, Money.it intervista Claudio Bedino, founder di Oval Money, sulle nuove tendenze di risparmio e investimento degli italiani in tempi di Covid-19 (e sull’importanza di una forte educazione finanziaria che ancora manca).

Cos’è un ETN

Jacqueline Facconti

27 Novembre 2017 - 20:17

Cos'è un ETN

Exchange Traded Notes o ETN sono strumenti finanziari derivati battezzati negli Stati Uniti nel 2006, “parenti” degli ETC, sono strumenti di debito emessi fuori bilancio da una Banca/SIM e sono negoziati in Borsa.