FTSE Mib: segnali di allerta con divergenza di inversione

Le quotazioni del FTSE Mib continuano a veleggiare sulla resistenza dei 24.000 punti. Se i venditori dovessero entrare in gioco, si avvalorerebbe l’ipotesi di una formazione di un doppio massimo asimmetrico. Vediamo come impostare una possibile strategia operativa con i Certificati Turbo di BNP Paribas

FTSE Mib: segnali di allerta con divergenza di inversione

La salita dei principali indici globali prosegue, caratterizzato da veloci ribassi e da altrettanto veloci riassorbimenti. Non fa eccezione il FTSE Mib, principale listino italiano.


FTSE Mib, grafico giornaliero. Fonte: Bloomberg

Da un punto di vista grafico, dopo aver messo a segno un rapido ribasso tra il 23 dicembre 2019 e il 6 gennaio 2020, i compratori sono rientrati in scena, rimbalzando su due supporti di rilievo: la linea di tendenza che collega i minimi del 14 agosto a quelli del 3 ottobre 2019.

La reazione in area 23.265 punti ha permesso alle quotazioni di segnare ieri i nuovi massimi dal 16 maggio 2018, attestandosi a 24.078,2891 punti.

Si deve però ricordare che l’intorno dei 24.000 punti ha caratterizzato durante gli anni un ostacolo insormontabile per i corsi, i quali potrebbero mettere a segno una correzione più profonda della precedente: è difficile che una resistenza così importante come quella attuale venga superata senza un tentativo di affondo. A sostenere questa ipotesi è l’andamento dell’RSI settato a 14 periodi, il quale sta evidenziando una divergenza di inversione bearish.

Oltre a questo, quello in atto può essere considerato (almeno momentaneamente, prima dell’apertura) un modello di doppio massimo asimmetrico con neckline identificata a 23.265,2109 punti e obiettivo minimo a 22.530 punti, zona di transito della trendline ottenuta collegando i top del 21 e 25 settembre 2018.

Strategie operative sul FTSE Mib

Sebbene il FTSE Mib abbia un orientamento fortemente rialzista, si potrebbe valutare una strategia di natura short in caso di discese al di sotto di 23.960 punti. Lo stop loss sarebbe individuabile a 24.200 punti, mentre l’obiettivo principale a 23.700 punti. Il target più ambizioso andrebbe invece posto in zona 23.600 punti.

Per questo tipo di operatività, il Certificato Turbo Short di BNP Paribas con ISIN NL0014034704 e leva 5,23 si adatta particolarmente bene.

AVVERTENZA

La presente pubblicazione è stata preparata da Forex Media S.r.l. (l’Editore), con sede legale in Via di Vigna Fabbri, 5, 00179, Roma, in completa autonomia e riflette quindi esclusivamente le opinioni e le valutazioni dell’Editore. Le informazioni e le opinioni contenute nella presente pubblicazione sono state ottenute o estrapolate da fonti ritenute affidabili dall’Editore; tuttavia, l’Editore non rilascia alcuna dichiarazione o garanzia in merito alla loro accuratezza, adeguatezza o completezza. BNP Paribas e le società del gruppo BNP Paribas e le società del gruppo BNP Paribas non si assumono alcuna responsabilità per il relativo contenuto. Gli scenari, le presunzioni di calcolo, i dati e le performance passate, i prezzi stimati, gli esempi dei potenziali ricavi o le valutazioni hanno valore meramente illustrativo/informativo, senza alcuna garanzia che tali scenari o ricavi potenziali possano verificarsi o essere conseguiti. In ogni caso, l’Editore non è responsabile per qualsiasi perdita o danno, diretto o indiretto, che possa derivare dall’utilizzo dei contenuti della presente pubblicazione.

Per informazioni su Forex Media S.r.l., in qualità di produttore delle raccomandazioni, sulla presentazione delle raccomandazioni e sulle posizioni e conflitti di interesse del produttore, si prega di cliccare su questo link.

Iscriviti alla newsletter

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.