Eni: gap pronti ad attirare le quotazioni

I prezzi di Eni sono arrivati ad una resistenza statica rilevante formando un pattern di Dragonfly doji. In questo quadro, vi sono due gap aperti che potrebbero calamitare le quotazioni. Vediamo come operare con i Turbo Certificates di BNP Paribas

Eni: gap pronti ad attirare le quotazioni

Nella seduta dello scorso 8 novembre, le quotazioni di Eni hanno creato un pattern assimilabile ad una Dragonfly doji in area di massimi, sinonimo di forte indecisione.


Eni, grafico giornaliero. Fonte: Bloomberg

L’incertezza dei corsi è ancora più evidente se si pensa che tale modello di analisi candlestick si è formato a ridosso della resistenza statica a 14,22 euro, ereditata dai minimi del 24 gennaio 2019. Questo ostacolo tiene bloccati i compratori da quattro sedute, e potrebbe far iniziare una nuova correzione fino alla linea di tendenza che unisce i minimi del 16 agosto a quelli del 3 ottobre 2019.

In tal caso, i venditori potrebbero mirare a chiudere il gap up aperto dal 4 novembre scorso, per poi riprendere il movimento ascendente testando la media mobile semplice a 200 giorni ed effettuando la ricopertura del gap down del 23 settembre 2019, a 14,378 euro.

I corsi sono quindi bloccati tra questi due gap, i quali sembrano intenzionati ad attirare il titolo verso di loro. In questo senso, saranno da monitorare le rotture tecniche: si avranno segnali rialzisti con chiusure superiori a 14,26 euro, viceversa, indicazioni bearish si otterranno in caso di discese al di sotto dei 14,04 euro.

In questo senso si potrebbe privilegiare il lato short, in quanto il rapporto di rischio/rendimento calcolato sulla base dei possibili target dell’impulso è decisamente migliore.

Strategie operative su Eni

Operativamente, si potrebbero valutare strategie di natura short da 14,068 euro. Lo stop loss andrebbe posto a 14,31 euro, mentre l’obiettivo principale a 13,80 euro. Il target finale sarebbe invece localizzato a 13,73 euro.

Per questo tipo di operatività, si adatta particolarmente bene il Certificato Turbo Short di BNP Paribas di ISIN NL0013644180 e leva 3,19.

AVVERTENZA

La presente pubblicazione è stata preparata da Forex Media S.r.l. (l’Editore), con sede legale in Via di Vigna Fabbri, 5, 00179, Roma, in completa autonomia e riflette quindi esclusivamente le opinioni e le valutazioni dell’Editore. Le informazioni e le opinioni contenute nella presente pubblicazione sono state ottenute o estrapolate da fonti ritenute affidabili dall’Editore; tuttavia, l’Editore non rilascia alcuna dichiarazione o garanzia in merito alla loro accuratezza, adeguatezza o completezza. BNP Paribas e le società del gruppo BNP Paribas e le società del gruppo BNP Paribas non si assumono alcuna responsabilità per il relativo contenuto. Gli scenari, le presunzioni di calcolo, i dati e le performance passate, i prezzi stimati, gli esempi dei potenziali ricavi o le valutazioni hanno valore meramente illustrativo/informativo, senza alcuna garanzia che tali scenari o ricavi potenziali possano verificarsi o essere conseguiti. In ogni caso, l’Editore non è responsabile per qualsiasi perdita o danno, diretto o indiretto, che possa derivare dall’utilizzo dei contenuti della presente pubblicazione.

Per informazioni su Forex Media S.r.l., in qualità di produttore delle raccomandazioni, sulla presentazione delle raccomandazioni e sulle posizioni e conflitti di interesse del produttore, si prega di cliccare su questo link.

Iscriviti alla newsletter

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.