Petrolio, OPEC decide per aumento della produzione

Mario D’Angelo - Violetta Silvestri

01/04/2021

02/04/2021 - 00:10

condividi

Prezzo del petrolio in ripresa con le ultime novità dall’OPEC+. Nonostante l’incremento dei contagi di coronavirus, i produttori ed esportatori di greggio non hanno deciso di limitare l’aumento di offerta.

Petrolio, OPEC decide per aumento della produzione

Prezzo del petrolio in aumento oggi: l’OPEC e i suoi alleati hanno deciso di fermare la limitazione degli aumenti e, muovendosi in direzione opposta, hanno stabilito un incremento della produzione nei prossimi mesi.

Nello specifico, l’Organizzazione di Paesi esportatori di petrolio, insieme ai suoi alleati, ha stabilito di aumentare la produzione di 350.000 barili al giorno per il mese di maggio, di altri 350.000 nel mese di giugno e di 441.000 barili al giorno nel mese di luglio.

Petrolio, OPEC annuncia ripresa aumenti produzione

A dare la notizia sulla decisione dell’OPEC+ è stato il vicepremier russo, Alexander Novak.

Oggi alla riunione OPEC+ è stato deciso di iniziare la ripresa della produzione dal mese di maggio, e vi ricordo che da febbraio ad aprile la produzione è stata congelata, e oggi abbiamo preso la decisione sul riavvio da maggio per tre mesi. In tal modo raggiungeremo quei parametri che erano stati fissati nell’accordo”, ha fatto sapere Novak.

I movimento del petrolio prima e dopo la decisione OPEC

Alle ore 9.25 del 1 aprile, la quotazione Brent è in rialzo dello 0,91% a 63,31 dollari al barile e i future WTI scambiano a 59,72 dollari al barile, con un +0,95%.

Dopo la decisione OPEC sull’incremento della produzione, il prezzo dei futures Brent di giugno è aumentato dell’1,93% a 63,95 dollari. Il prezzo dei futures di maggio sul WTI è aumentato del 2,27%, a 60,5 dollari per barile.

L’abbassamento delle previsioni di crescita 2021 della domanda di 300.000 barili al giorno (bpd) ha pesato sui prezzi e, in un primo tempo, aveva reso più verosimile una decisione moderata.

Mercoledì 31 marzo, il Comitato tecnico congiunto, che consiglia il gruppo di nazioni produttrici di petrolio con l’inclusione di Arabia Saudita e Russia, non ha fatto alcuna raccomandazione formale, hanno detto fonti dell’OPEC +.

L’organizzazione sta attualmente riducendo la produzione di poco più di 7 milioni di barili al giorno per sostenere i prezzi e ridurre l’eccesso di offerta. L’Arabia Saudita ha aggiunto a questi tagli un ulteriore milione di barili al giorno.

Il recupero della domanda finora è stato intermittente poiché l’epidemia ha mantenuto elevati livelli di allerta soprattutto in Europa, dove non si sono fermate le misure restrittive.

Argomenti

# OPEC

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.