Lavazza: siglato accordo per acquisire Mars Drinks

Prosegue l’espansione internazionale del gruppo italiano, che ha siglato un accordo per acquisire la divisione, che nel 2017 ha fatturato 350 milioni di dollari.

Lavazza: siglato accordo per acquisire Mars Drinks

Prosegue la strategia di espansione internazionale di Lavazza. La società italiana ha siglato un importante accordo per l’acquisizione di Mars Drinks, le cui attività nel 2017 hanno generato ricavi per circa 350 milioni di dollari.

L’operazione, che dovrebbe essere perfezionata a fine anno, permetterà all’azienda di rafforzarsi all’estero, consolidando la propria presenza in tutti i segmenti di mercato del caffè.

L’accordo

Il gruppo Lavazza intende dunque acquisire il business caffè di Mars, Incorporeted. L’accordo tra le parti c’è, mentre il closing dell’operazione – soggetto all’ottenimento delle autorizzazioni regolatorie e alle consultazione dei dipendenti in alcune giurisdizioni – è previsto per il prossimo mese di dicembre.

Le attività oggetto di acquisizione comprendono - oltre ad alcuni marchi di proprietà - i business delle macchine single-serve Flavia e dei distributori automatici freestanding Klix, due marchi ben posizionati nei segmenti dell’Ocs e del Vending, nei quali Lavazza, attraverso l’operazione, avrà l’opportunità di rafforzarsi visto che – come sottolineato da Antonio Baravalle, Ceo del gruppo italiano - “presentano ancora importanti spazi di crescita e sviluppo”.

La divisione sui cui Lavazza si accinge a mettere le mani, nel 2017, ha generato un fatturato di circa 350 milioni di dollari.

Espansione internazionale

L’annunciata acquisizione riguarda i business caffè di Mars in Nord America, Germania, Regno Unito, Francia, Canada e Giappone, i relativi sistemi e gli stabilimenti di produzione in Regno Unito e negli Usa.

Si tratta, dunque, di una operazione che rientra in una precisa e già consolidata strategia di espansione internazionale del gruppo Lavazza, oltre che “di rafforzamento nei mercati chiave, con l’obiettivo di essere ancora più vicini al consumatore finale”, ha commentato Baravalle.

Un processo strategico già ampiamente sperimentato come dimostrano le precedenti acquisizioni di Carte Noire ed ESP in Francia, Merrild in Danimarca, Kicking Horse Coffee in Canada, NIMS in Italia e Blue Pod Coffee in Australia.

La condivisione di valori

La cessione di Mars Drinks, per il gruppo americano, rappresenta un “cambiamento” non indolore pur nella consapevolezza di aver preso la giusta decisione.

Non a caso, Grant F. Reid, Ceo di Mars, Incorporeted ha sottolineato come il business che Lavazza si appresta ad acquisire abbia rappresentato “per molti anni una parte importante della nostra attività”, ma aggiunge:

“Nonostante sia sempre difficile lasciare marchi prestigiosi, collaboratori di valore e amici, crediamo che sia il momento giusto per un cambiamento. Siamo fiduciosi che questa decisione permetterà un successo a lungo termine per il business Drinks grazie a Lavazza, società che condivide i nostri valori e che si focalizza sul beverage, consentendo al business e ai suoi collaboratori di continuare a rafforzarsi.”


Una riflessione, quest’ultima, condivisa anche da Baravalle:

“Con questa operazione il Gruppo Lavazza acquisisce alcuni asset da un’azienda familiare con comunanza di valori tra cui il focus sulla qualità di prodotto, la visione a medio-lungo termine e la forte attenzione alle proprie risorse umane”.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Fusioni e Acquisizioni

Condividi questo post:

Commenti:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.