Come investire sulla Borsa di Milano

Luca Fiore

19 Novembre 2021 - 13:31

condividi

Per investire sulla Borsa di Milano utilizzando un solo prodotto è possibile utilizzare il nuovo One Star Cash Collect Certificate di BNP Paribas con sottostanti le azioni Eni, Leonardo, Pirelli e UniCredit.

Come investire sulla Borsa di Milano

Un’economia in salute, tassi di vaccinazione tra i più alti al mondo, un contesto esogeno destinato a confermarsi decisamente espansivo. Questi i tre ingredienti che depongono a favore dell’investimento nella Borsa di Milano in questo finale di 2021 e nel 2022.

Per quanto riguarda il primo, la nostra economia l’anno prossimo dovrebbe azzerare il gap di 8,9 punti percentuali causato dalla pandemia nel 2020: secondo le proiezioni di autunno elaborate dalla Commissione europea, nell’anno corrente il Pil italiano è visto in aumento del 6,2%, nel 2022 dovrebbe segnare un +4,3% e nell’anno successivo il trend positivo è destinato a continuare con un +2,3%.

Merito anche di una campagna vaccinale la cui capillarità ha permesso al nostro Paese di mettersi alle spalle la fase più dura della pandemia. A fronte di un 57% di vaccinati con due dosi in Europa, il dato sale al 58% negli Stati Uniti, nel Bel Paese questa percentuale si attesta al 73% (dati Our World in Data), che sale al 78% se consideriamo anche chi ha ricevuto una sole dose (62% in Europa, 68% negli USA).

Le misure per incrementare la percentuale di popolazione che sceglie di proteggersi con il vaccino, la distribuzione delle terze dosi e la probabile inclusione di fasce di età fino ad ora non comprese nella campagna vaccinale, fanno ben sperare sui prossimi mesi.

Il tutto si incastra in un contesto internazionale in cui gli stimoli fiscali e monetari non sono mai stati così generosi. Anche in presenza del processo di normalizzazione da parte delle maggiori banche centrali, la situazione è destinata a confermarsi ultra-espansiva (e Christine Lagarde ha più volte valutato “molto improbabile” un primo rialzo dei tassi nel 2022).

Come investire sui big della Borsa di Milano

Per puntare con un solo prodotto su 4 pesi massimi di Piazza Affari, BNP Paribas mette a disposizione degli investitori un Certificato One Star Cash Collect con sottostanti le azioni Eni, Leonardo, Pirelli e UniCredit.

Questo strumento finanziario, che presenta codice ISIN NLBNPIT15IK3, consente di ottenere premi trimestrali del 2,4%, pari al 9,6% annuo, anche nel caso di andamento negativo delle azioni sottostanti: l’investitore incasserà il provento nel caso in cui il valore dei titoli nelle date di valutazione trimestrali risulti pari o superiore ai rispettivi livelli barriera, posto al 65% del valore iniziale.

Nel caso di Eni, il livello iniziale è fissato a 12,62 euro mentre la barriera a 8,203 euro, in quello di Leonardo i due valori si attestano rispettivamente a 6,548 ed a 4,2562 euro, per Pirelli a 5,506 ed a 3,5789 euro e nel caso di UniCredit a 11,386 ed a 7,4009 euro. Attualmente (12:30 del 19 novembre) il titolo più “vicino” alla barriera è Leonardo, con un 31,4% (Unicredit è distante il 33,23%, Eni il 33,78%, e Pirelli il 37,11%).

Un Certificato, tanti vantaggi

Si tratta di un prodotto che presenta diverse caratteristiche interessanti.

Innanzitutto prevede l’Effetto Memoria, il meccanismo che permette all’investitore di incassare i premi precedentemente non ricevuti nel caso in cui ad una data di valutazione risultino soddisfatte le condizioni per riceverlo (valori dei sottostanti sopra il 65% dello strike).

Inoltre, a partire dal sesto mese di vita del Certificate, e quindi dalla data di valutazione fissata per il 10 maggio 2022, il prodotto scadrà anticipatamente, corrispondendo all’investitore il valore nominale (100 euro) maggiorato del premio (e dei proventi eventualmente non riscossi precedentemente), nel caso in cui il valore dei titoli sottostanti risulti pari o superiore al valore iniziale.

I vantaggi non sono finiti, perché come evidente dal nome, si tratta di un certificato con “Effetto One-Star”, la clausola che aumenta le possibilità di protezione del capitale a scadenza.

Inoltre, si tratta di un prodotto che partecipa all’iniziativa di BNP Paribas a favore di Telethon, la fondazione che finanzia la ricerca per trovare una cura per le malattie genetiche rare. Per ogni 100 euro investiti nella gamma di Certificate One Star Cash Collect, infatti, BNP Paribas devolverà 0,10 euro a favore di Telethon.

Si tratta infine di uno strumento finanziario per il quale l’emittente francese si è avvalso dei rating ESG forniti dall’agenzia Vigeo Eiris.

Cosa succede a scadenza?

A scadenza, fissata l’11 novembre 2024, sono tre gli scenari possibili per gli investitori:

  • se il valore dei sottostanti risulterà pari o superiore al livello barriera, il Certificate rimborserà il valore nominale più il premio trimestrale e gli eventuali premi non pagati precedentemente (c.d. Effetto Memoria);
  • grazie all’effetto One-Star, il Certificato restituirà il valore nominale anche nel caso in cui l’azione del paniere con performance peggiore quoti ad un valore inferiore al livello Barriera ma, contemporaneamente, quella con la performance migliore sia ad un livello pari o superiore al suo valore iniziale;
  • nel caso invece l’effetto One-Star non si verificasse (in presenza cioè di almeno un sottostante sotto la barriera e quello con la performance migliore al di sotto del livello iniziale), l’investitore riceverà un importo calcolato sulla base della performance del titolo peggiore (con conseguente perdita, anche totale,sul capitale investito).

Questo prodotto è quotato sul mercato SeDeX di Borsa Italiana e negoziabile nei giorni di Borsa aperta dalle 9:05 alle 17:30. La liquidità è garantita dalla costante presenza del market maker.

Maggiori informazioni su questa emissione possono essere trovate a questa pagina.

Resta sempre aggiornato

Iscriviti alla newsletter di BNP Paribas

Iscriviti subito

AVVERTENZA

La presente pubblicazione è stata preparata da Money.it srl a socio unico (l’Editore), con sede legale in Via di Vigna Fabbri, 5, 00179, Roma, in completa autonomia e riflette quindi esclusivamente le opinioni e le valutazioni dell’Editore. Le informazioni e le opinioni contenute nella presente pubblicazione sono state ottenute o estrapolate da fonti ritenute affidabili dall’Editore; tuttavia, l’Editore non rilascia alcuna dichiarazione o garanzia in merito alla loro accuratezza, adeguatezza o completezza. BNP Paribas e le società del gruppo BNP Paribas non si assumono alcuna responsabilità per il relativo contenuto. Gli scenari, le presunzioni di calcolo, i dati e le performance passate, i prezzi stimati, gli esempi dei potenziali ricavi o le valutazioni hanno valore meramente illustrativo/informativo, senza alcuna garanzia che tali scenari o ricavi potenziali possano verificarsi o essere conseguiti. In ogni caso, l’Editore non è responsabile per qualsiasi perdita o danno, diretto o indiretto, che possa derivare dall’utilizzo dei contenuti della presente pubblicazione.

Per informazioni su Money.it srl a socio unico, in qualità di produttore delle raccomandazioni, sulla presentazione delle raccomandazioni e sulle posizioni e conflitti di interesse del produttore, si prega di cliccare su questo link.

Iscriviti a Money.it

Selezionati per te

Azioni Leonardo: ci attendiamo una correzione

Turbo Certificate Idea & Investment Certificate

Azioni Leonardo: ci attendiamo una correzione

Azioni Eni: gap chiuso, nuovi guadagni in arrivo?

Turbo Certificate Idea & Investment Certificate

Azioni Eni: gap chiuso, nuovi guadagni in arrivo?