Dalle intercettazioni alla prescrizione bloccata: il piano di Bonafede fa infuriare Forza Italia e PD

Il ministro della Giustizia Alfonso Bonafede ha illustrato quelli che saranno i suoi obiettivi: rivedere la riforma delle intercettazioni e bloccare la prescrizione. Ok anche alla legittima difesa.

Dalle intercettazioni alla prescrizione bloccata: il piano di Bonafede fa infuriare Forza Italia e PD

Il Movimento 5 Stelle è pronto ad accelerare anche per quanto riguarda il tema giustizia. Dopo il Decreto Dignità presentato da Luigi Di Maio e il taglio dei vitalizi spinto dal Presidente della Camera Roberto Fico, è ora Alfonso Bonafede a illustrare quali sono i suoi obiettivi.

Il ministro della Giustizia infatti è pronto con un decreto a rivedere la riforma delle intercettazioni voluta dallo scorso governo, ma è deciso anche nel tornare alla carica per il blocco delle prescrizioni dopo il primo grado di giudizio.

Per accontentare la Lega poi il guardasigilli dà il suo via libera anche al mettere mano alla legittima difesa, allo scopo di “eliminare quelle zone d’ombra che rendono difficile e complicato dimostrare che si è agito per legittima difesa”.

Il piano giustizia di Bonafede

Oltre ai costi della politica (sforbiciamento ai vitalizi) e al mondo del lavoro (Decreto Dignità), il Movimento 5 Stelle si appresta ora prima della pausa estiva a iniziare a imbastire anche quella che sarà la sua azione di governo sul tema giustizia.

Parlando in commissione alla Camera, il guardasigilli Alfonso Bonafede ha illustrato quella che sarà una sorta di road map delle azioni che il Ministero di Giustizia intraprenderà a breve per iniziare a realizzare i punti del programma di governo.

Per prima cosa ci sarà quindi un decreto, già a luglio, in merito alla riforma delle intercettazioni emanata dall’ex ministro Andrea Orlando ed entrata in vigore soltanto a inizio anno.

Ci vorrà un decreto entro luglio per poter riscrivere la norma quasi integralmente - ha spiegato Bonafede - poiché secondo noi l’entrata in vigore di quella norma sarebbe gravissima per la lotta alla corruzione”.

Secondo punto sarà poi il blocco della prescrizione che, nelle idee del ministro della Giustizia, dovrà fermarsi dopo il primo grado di giudizio. Un tema questo da sempre molto caro ai 5 Stelle.

Altri obiettivi che Bonafede si è poi prefissato sono la riorganizzazione delle carceri e l’introduzione dell’agente provocatore per stanare corrotti e corruttori. Per non scontentare la Lega, ci sarà spazio anche per una revisione della legittima difesa.

Critici Forza Italia e Partito Democratico

Il piano giustizia che il ministro Alfonso Bonafede ha illustrato in commissione senza dubbio non avrà fatto piacere ai garantisti, vista l’intenzione di rivedere le norme in merito alle intercettazioni e alla prescrizione.

Se da una parte Forza Italia apprezza la volontà da parte del guardasigilli di andare fino in fondo in materia di legittima difesa, dall’altra gli azzurri sono molto contrariati verso altri provvedimenti paventati.

L’audizione del ministro Bonafede - afferma il forzista Paolo Sisto - conferma i peggiori timori sui progetti del governo in tema di giustizia: al giustizialismo tradizionale dei 5 Stelle si somma un patente populismo giudiziario straboccante di genericita’. Sono le peggiori premesse possibili”.

Critico anche il Partito Democratico, con il vice presidente della commissione Giustizia alla Camera Franco Vazio che ha parlato di “miraggi e molta demagogia, solo tante brutte idee per riformare la giustizia”.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Alfonso Bonafede

Condividi questo post:

Commenti:

Prova gratis le nostre demo forex

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Potrebbero interessarti

Alessandro Cipolla

Alessandro Cipolla

3 settimane fa

Arriva il ddl Anticorruzione: Daspo a vita per i corrotti e agenti sotto copertura

Arriva il ddl Anticorruzione: Daspo a vita per i corrotti e agenti sotto copertura

Commenta

Condividi